La senatrice Laura Granato: «La Finanza ci controlla, siamo in grave pericolo»

Mentre i colleghi senatori sono sul territorio a fare propaganda in vista delle amministrative, la senatrice Laura Granato, nel Palazzo pressoché deserto, riempie la sala Nassirya del Senato per annunciare, tra gli applausi dei presenti, la sua adesione ad Ancora Italia.

Al suo fianco, scrive Affari Italiani, il fotoreporter freelance Giorgio Bianchi, tra i presunti “filoputiniani” indicati nella lista pubblicata dal Corriere della Sera. «Siamo tutti in grave pericolo» avverte l’ex M5s nota per le sue perplessità sul farmaco genico sperimentale denominato “vaccino” anti Covid, descrive «un Paese subalterno a interessi economici-finanziari dove si e’ passati da una pandemia a una guerra inutile».

Di «pericolo gigantesco» parla anche Bianchi che afferma: «Stiamo andando verso il nazismo. I pensieri difformi non devono avere diffusione. Se non poniamo un freno faremo la stessa fine dell’Ucraina – mette in guardia ancora Bianchi – dove governa una minoranza». Poi la senatrice sottolinea: «Speriamo di non finire noi nelle liste di proscrizione o definitivamente in galera: prima o poi non è detto che questa cosa non arrivi anche qui. Ormai abbiamo visto di tutto».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *