Russia: esplosioni in un deposito di armi, è il quinto attacco degli ucraini

L’escalation del conflitto armato è evidente a causa anche delle prese di posizione da parte degli Stati Nato. Gli Usa invieranno altre armi pesanti a Kiev e la Gran Bretagna ha dichiarato che contrattaccare da parte degli ucraini è un diritto. Si legge su Affari Italiani.

Zelensky sembra aver preso alla lettera il consiglio del premier Uk Johnson. Il governatore della regione di Belgorod della Federazione Russa, Vyacheslav Gladkov, citato da Interfax, ha riferito che un deposito di munizioni sta bruciando vicino al villaggio di Stara Nelidovka. Gladkov ha aggiunto che «non ci sono distruzioni di edifici residenziali, case. Non ci sono vittime tra la popolazione civile», riporta Affari. Si tratterebbe del quinto attacco segreto e non riconosciuto in territorio russo, sempre nello stesso punto, non più una casualità.

La terza guerra mondiale si sta sempre più concretizzando. Come afferma nell’odierno editoriale Maurizio Belpietro: «Ci portano alla guerra diretta con la Russia».

► I più letti
► Torna alla Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.