Covid, Gran Bretagna, Johnson: stop alle restrizioni e alla quarantena dei positivi

È il momento per il Regno Unito di andare oltre “l’obbligatorietà” nell’ambito della lotta alla pandemia di coronavirus. Lo ha riferito il primo ministro britannico, Boris Johnson, che sta per annunciare la fine dell’obbligo anche dell’autoisolamento dei positivi al Covid-19. La notizia è riportata da SkyTg24.

È infatti attesa proprio per oggi, 21 febbraio, la conferma ufficiale della revoca per l’Inghilterra di tutte le misure che limitano le libertà pubbliche. E da Downing Street, nelle scorse ore, è arrivata la certezza: «Dalla fine della prossima settimana i positivi non saranno obbligati ad auto isolarsi». Lo stesso Johnson ha riferito, in un’intervista concessa alla Bbc, come sia necessario un cambiamento di approccio: secondo il premier, d’ora in poi, va incoraggiata la responsabilità individuale.

I motivi alla base della decisione

Boris Johnson, come sottolinea anche l’agenzia Reuters, presenterà dunque oggi il piano per eliminare le restrizioni del coronavirus come parte di una strategia «di convivenza con il Covid» che mira ad ottenere un’uscita dalla pandemia più rapida rispetto alle altre principali economie mondiali. Se, ad esempio, Hong Kong punta ancora sull’isolamento e l’Europa mantiene in vigore il distanziamento sociale e le regole sui vaccini, Johnson annuncerà l’abrogazione di qualsiasi requisito pandemico che interferisca con le libertà personali. Secondo i piani, in lavorazione già da settimane, la Gran Bretagna diventerà infatti il primo grande paese europeo a consentire alle persone che sanno di essere state contagiate dal Covid-19 di poter utilizzare liberamente negozi, trasporti pubblici e andare al lavoro.

«Dopo il successo del nostro programma di vaccinazione, siamo in una posizione di forza per prendere in considerazione la revoca delle restanti restrizioni legali, ora che l’81% degli adulti ha già ricevuto una dose di richiamo in Inghilterra e i casi continuano a diminuire», ha riportato, in una nota, Downing Street. Johnson, comunque, ha promesso di adottare un «approccio prudente» e di avere piani per misure di emergenza in caso dell’emergere di nuove varianti, fa sapere SkyTg24.

 

2 pensieri riguardo “Covid, Gran Bretagna, Johnson: stop alle restrizioni e alla quarantena dei positivi

  • 23 Febbraio 2022 in 1:12
    Permalink

    Sarebbe accorto se lo avesse deciso per quello, mi sa invece che è tornato alla sua vecchia teoria del “Muoia chi deve morire”, ma ormai è troppo tardi, l’immunità naturale è stata deviata irreversibilmente dai vaccini, che se continuati creeranno carriers perpetui e se dismessi causeranno una… escalation.

    Secondo le loro nuove direttive lobotomiche nazionali dovrei rinunciare alla mia stupenda mascherina nera? Non se ne parla nemmeno, mi serve ora per evitare l’alito puzzolente dei pro-vax ed anche contro i colpi d’aria fredda d’inverno, d’estate invece la userò sempre per ricordargli che la legge vieta di girare a volto coperto, ed il governo l’ha VIOLATA senza remore.

    Rispondi
  • 21 Febbraio 2022 in 16:55
    Permalink

    Complimenti a Johnson per aver almeno capito che qualsiasi rielezione di politici è a rischio se continuano a fare i luridi dittatori sulla pelle degli altri.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *