Locatelli: «Green pass anche dopo giugno»

Il Green Pass e l’obbligo vaccinale per gli over 50 rimarranno anche dopo giugno. A dirlo, come riporta oggi La Repubblica, è il coordinatore del Cts e presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli.

Parole che confermano le paure di quanti vedono nel green pass uno strumento indeterminato e un cambio di paradigma di controllo sociale.

«L’Italia ha di fronte una primavera e un’estate tranquille e non è detto che in autunno le cose peggiorino di nuovo. Ovviamente il virus non sparirà, questo è di un’evidenza lampante ma non ci ritroveremo più in una situazione difficile rispetto a quelle che abbiamo vissuto. Non per questo però bisogna tornare indietro sulle misure più importanti, in particolare l’obbligo per gli over 50 e il Green Pass». «L’obbligo di vaccino per gli over 50 è fissato oggi fino al 15 giugno, non vedo la ratio di toglierlo. Allo stesso modo manterrei la premialità associata al Green Pass: ha senso che resti anche oltre giugno. Vaccinarsi è un segno di elevato sviluppo e di civiltà di un Paese», afferma Locatelli.

«Omicron è meno violenta di Delta ma manda comunque le persone in ospedale. E anche se i casi caleranno i No Vax dovrebbero ricordarsi che, al di là di esporre loro stessi a rischio di una malattia grave, la loro scelta determina il sovraccarico dei servizi sanitari e ritardi o cancellazioni di screening oncologici, posticipazioni di interventi chirurgici e di attività di monitoraggio dei malati cronici. Grazie alla gestione della campagna vaccinale e alla gradualità e proporzionalità delle misure l’Italia non ha più dovuto ricorrere al lockdown, come invece hanno dovuto fare Germania, Austria e Olanda che hanno richiuso bar e ristoranti», la notizia è riportata da LaPressa.

Un pensiero su “Locatelli: «Green pass anche dopo giugno»

  • 6 Febbraio 2022 in 15:58
    Permalink

    Questo mi sembra il duce che faceva il discorso da piazza Venezia il 1 giugno 1946. Peccato che non c’era più nessuno. A locate’… inizia a pensare a dove andare in pensione, che i prossimi anni saranno molto duri per te

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.