La pillola anti-Covid di Pfizer annulla l’effetto anticoncenzionale

L’Ema mette in guardia coloro che utilizzeranno la nuova pillola Pfizer contro il Covid. Sarà vietata a quei pazienti che sono già in cura con molti altri farmaci. La lista è lunghissima. Tra le controindicazioni, però, ce n’è una che ieri non è stata pubblicizzata – fa notare Il Tempo – Spulciando le interminabili avvertenze al Paxlovid (così si chiama l’antivirale orale della multinazionale americana che già produce il vaccino Comirnaty) scopriamo un avvertimento rivolto alle donne. Non a tutte, ma solo a quelle che prendono abitualmente un altro tipo di pillola. Quella anticoncenzionale. Se non vogliono rimanere incinta, infatti, è meglio che stiano lontani dal Paxlovid.

Il nuovo farmaco anti-Covid di Pfizer è doppio, le compresse da prendere sono due: una contiene il principio attivo racchiuso nella formula «PF-07321332». L’altra si basa sul ritonavir, specifica Il Tempo. La prima agisce riducendo la capacità del virus di moltiplicarsi nell’organismo, mentre il ritonavir prolunga l’azione di PF-07321332 consentendogli di rimanere più a lungo nell’organismo. Ed è proprio quest’ultimo a cancellare l’effetto della pillola anticoncenzionale.

Pfizer chiarisce: «L’uso di ritonavir può ridurre l’efficacia dei contraccettivi ormonali combinati». Quindi, «consigliare ai pazienti che utilizzano contraccettivi ormonali combinati di utilizzare un metodo contraccettivo alternativo efficace o un metodo contraccettivo di barriera aggiuntivo».

Insomma, a questo punto qualche virostar potrebbe affermare: «bisogna usare mascherina, guanti e… anche il preservativo». E il ministero della Salute aggiungerebbe «per tornare alla normalità».

Un pensiero su “La pillola anti-Covid di Pfizer annulla l’effetto anticoncenzionale

  • 28 Gennaio 2022 in 13:09
    Permalink

    Questo è un effetto dichiarato dalla casa produttrice.Quelli non dichiarati sono tutti da vedere , visto il precedente con la terapia genica Pfizer ad elevata tossicità e mortalità data obbligatoriamente a milioni di cavie inconsapevoli che hanno dovuto anche firmare uno scarico totale di responsabilità.Le case dovranno pagare per i loro crimini, e parliamo di molti miliardi di euro, perchè l’emergenza fasulla atta a stabilire il controllo digitale delle vite umane non giustifica trattare da cavie i popoli.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.