Il ministro Irlandese Martin annuncia: «La pandemia è finita». Addio a coprifuoco e green pass, riaprono i locali notturni

LONDRA — «Arriva la primavera»: con queste parole il primo ministro irlandese Micheál Martin ha annunciato la fine del lockdown in Irlanda, tra i Paesi che hanno convissuto con le misure più severe in Europa. Da ieri mattina è terminato il coprifuoco per pub e ristoranti, che sino a venerdì avevano l’obbligo di chiudere alle 20, ed è stato abolito il limite di sei persone in abitazioni private. Il distanziamento di sicurezza è stato eliminato e i locali notturni hanno potuto riaprire. Da lunedì i cittadini potranno tornare a lavorare in presenza, anche se il governo chiede un rientro a fasi, si legge su Corriere della Sera.

2 pensieri riguardo “Il ministro Irlandese Martin annuncia: «La pandemia è finita». Addio a coprifuoco e green pass, riaprono i locali notturni

  • 24 Gennaio 2022 in 17:02
    Permalink

    Anche in Israele oggi hanno tolto green pass e obblighi.
    Il vero motivo delle riaperture non sono che il virus è meno patogenetico. Cio’ che nascondono i carcerieri globalisti, pupazzi dei poteri occulti oligarchici creatori in forma privata del denaro con cui strozzano i popoli, è che;
    -Il sistema immunitario non risponde piu’ nei plurivaccinati,anzi si indebolisce(detto dalla sanità inglese,da EMA e Israele).Del resto sono terapie genetiche che ti immettono geni estranei ai tuoi,che sono frutto di un equilibrio prodotto in millenni.
    -Il numero di cavie umane morte e invalide permanenti dovute a questi veleni,largamente sottostimati dalle statistiche ufficiali , è allarmante
    -Sanno che non verranno rieletti se continuano a schiacciarci come prima.Bill Gates ha accennato alla “perdita di consenso.Ora hanno paura del risveglio popolare ,come si vede da migliaia di manifestazioni ovunque

    Rispondi
    • 24 Gennaio 2022 in 19:02
      Permalink

      Ho letto con molto piacere il suo commento, che trovo perfettamente coerente con il mio pensiero.

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.