Israele, uno dei paesi più vaccinati al mondo, stabilisce un nuovo record di casi di Covid-19

Il Ministero della Salute israeliano ha annunciato questa settimana che oltre 72.000 persone sono risultate positive al virus del PCC (Partito Comunista Cinese) , il più grande aumento di infezioni dall’inizio della pandemia, scrive The Epoch Times.

Il totale dei casi attivi nel paese è salito a quasi 400.000 persone, di cui 533 sono attualmente ricoverate in ospedale in condizioni critiche, secondo una dichiarazione del 19 gennaio pubblicata dal ministero della salute del paese.

Il primo ministro israeliano Naftali Bennett – fa sapere The Epoch Times – ha avvertito questo mese che i casi di virus del PCC dovrebbero aumentare rapidamente a causa della diffusione della variante Omicron , presentando dati del governo che indicano che si prevede che da due a quattro milioni di israeliani saranno infettati da COVID-19 durante l’attuale focolaio.

Israele, che ha uno dei tassi di vaccinazione Covid-19 più alti al mondo con già quasi la metà dei suoi cittadini che ha ricevuto tre vaccinazioni, è in testa al mondo per nuovi casi giornalieri pro capite, secondo i dati del 20 gennaio.

Eran Segal, un biologo del Weizmann Institute of Science, ha verificato questi dati, spiegando che dopo aver confrontato i numeri della media mobile di sette giorni di ciascun paese, Israele è in cima, secondo il Times of Israel, riporta Epoch.

Il ministero della salute israeliano ha annunciato la scorsa settimana di aver iniziato a somministrare un secondo richiamo al gruppo di persone più vulnerabili e già 500.000 persone hanno ricevuto la quarta dose. In totale, quasi il 73% degli israeliani ha ricevuto almeno una dose mentre circa il 66% è completamente vaccinato, secondo i dati del governo. Israele è stato tra i primi paesi a lanciare vaccini un anno fa e ha iniziato a offrire ampiamente terze dosi la scorsa estate, così su The Epoch Times.

A quanto pare, più si vaccinano e più si ammalano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *