Allenatore 51enne stroncato da infarto dopo aver fatto controvoglia il vaccino per poter lavorare

Rocco Vitale era un coordinatore del calcio femminile a Bra (Cuneo). È morto a 51 anni il 17 novembre a causa di un infarto. Originario di Torino, Vitale viveva a Carrù. Dopo un’esperienza come allenatore nel Tre Valli aveva fondato, tre anni fa, le Pink Panters a Carrù, progetto di calcio femminile. Vitale lascia la moglie Cinzia e la figlia Federica, 13 anni, calciatrice nelle giovanili Juventus.

Il 27 luglio, come si evince da un post pubblicato sui social, l’uomo aveva ricevuto la seconda dose del vaccino anti-Covid. “Seconda dose fatta, adesso mi sento immortale!!”, aveva scritto ironicamente. Vitale, infatti, si era sottoposto alla vaccinazione controvoglia per poter continuare a lavorare, quando è stato introdotto il Green Pass per palestre e attività sportive. Con un altro post sui social, pubblicato lo scorso 20 ottobre, affermava di non avere intenzione di ricevere la terza dose.

di Beatrice Raso – Meteoweb.eu

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *