Bonetti: Colf e badanti senza green pass non possono lavorare

Elena Bonetti, ministra della Famiglia del governo Draghi, in un’intervista al Messaggero oggi spiega che i controlli del green pass nei confronti di collaboratrici domestiche e baby sitter spettano ai nuclei che utilizzano il servizio.

«La famiglia dovrà comportarsi come un qualsiasi datore di lavoro – sostiene -. Entro il 15 ottobre ha l’obbligo di farsi carico di verificare che la persona che lavora in casa sia dotata di green pass. Si tratta di una misura di protezione e tutela nei confronti dei familiari e degli stessi lavoratori. Usciranno a riguardo delle linee guida, ma è chiaro che in casa valgono le stesse regole degli altri luoghi di lavoro. Nel caso ci sia un rifiuto di ottemperare all’obbligo la famiglia ha lo strumento per sospendere il collaboratore domestico, la badante o la baby sitter, come è previsto per tutti gli altri lavoratori», si legge su Open.Online.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *