Speranza: «Probabile terza dose per tutti, riniziamo da dove siamo partiti»

“Nei primissimi giorni della prossima settimana, sarà pubblicata la circolare che indicherà le categorie specifiche delle persone con fragilità immunitaria dalle quali partiremo con la somministrazione della terza dose“.
Lo ha detto Roberto Speranza, ministro della Salute, ospite della Festa nazionale dell’Unità a Bologna.
Successivamente – ha aggiunto – “partiremo da alcuni altri segmenti di maggiore fragilità come gli ospiti delle e gli ultra 80enni. Poi valuteremmo il personale sanitario. Insomma, ripartiremo da dove eravamo partiti”. Il titolare del ministero che dall’inizio ha guidato la gestione della pandemia fornisce in questi termini alcuni elementi di prospettiva. Come ha sempre fatto a piccole gocce, dosate bene, come quelle di un vaccino. Da inoculare anche oltre la seconda, e teoricamente conclusiva, dose. Non solo ai fragili, non sono ai sanitari, categorie dalle quali si è iniziato e dalle quali ora si inizierà di nuovo, con un nuovo ciclo, partendo dalla terza dose, ma anche in ipotesi, a tutti gli altri.

Perché rispondendo alla domanda su una terza dose per il resto della popolazione, oltre ai fragili, agli anziani, ai sanitari e al personale della scuola, afferma: “Io penso che questo sia probabile, ma oggi non abbiamo certezze assolute e le verificheremo, ma per questo dobbiamo affidarci alle nostre autorità scientifiche. Quello che è certo è che si parte da queste categorie fragili”.

E tra le già certezza ce n’è una in particolare, quella dell’estensione del Green Pass: “Il governo ha una linea chiara e netta andremo avanti con l’estensione del green pass e, se sarà necessario, valuteremo anche un rafforzamento ulteriore dell’obbligo come previsto anche dalla Costituzione“.

Gi.Ga. – LaPressa

Un pensiero su “Speranza: «Probabile terza dose per tutti, riniziamo da dove siamo partiti»

  • 13 Settembre 2021 in 10:54
    Permalink

    Ma cos’è che non gli è chiaro che non funzionano Non gli basta quello che succede negli altri paesi

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.