Affari Italiani: «…voglia di repressione», parole d’odio nei confronti dei no vax

Su Affari Italiani, oggi, Fabio Massa ha scritto un pezzo che con il giornalismo non ha nulla a che vedere, perché un’accozzaglia d’insulti senza senso, dettati probabilmente da odio e frustrazione. Ci stupisce che una testata autorevole possa pubblicare dell’immondizia più adatta ad un blog di fanatici estremisti che ad un giornale: nei social, tra l’altro, si viene censurati per molto meno, anche senza insulti e con frasi meno ricche di odio.

Ma ormai è la regola per gli ipocriti dal pensiero unico – o meglio “unico pensiero“, dare del «fascista» a chi ha un’opinione diversa, auspicando pure repressione e manganellate. Che tristezza!

Sarebbe bene che il signor Fabio Massa, alzasse il deretano per andare a vedere davvero chi sono quelli che in questi giorni manifestano contro uno strumento che con la salute non ha nulla a che fare – il green pass -. In tal caso vedrebbe donne, uomini giovani e anziani – magari pelati perché il tempo gli fatto perdere loro i capelli -, persone che comunque con il fascismo hanno nulla a che vedere. E se proprio non desidera smuovere il sedere dalla sedia guardi qualche nostro video in merito per farsi un’idea concreta.

Un consiglio al signor Massa: provi anche confessare il suo disturbo ad un bravo psicologo, gli spieghi che vede «fascisti» ogni dove, vedrà che con qualche seduta si sentirà meglio e scriverà, ci auguriamo, pezzi più sensati, contenenti verità, di buon senso e soprattutto buon gusto, più consoni ad un professionista dell’informazione, a patto che lo sia.

E se qualcuno si comporta male non bisogna tirare in ballo una categoria. Se c’è qualche giornalista idiota non è giusto che tutti i giornalisti siano considerati tali: semplice no?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.