L’ira dei trans contro il green pass: “Rivela il nostro sesso”. Sinistra e governo in un cul-de-sac

Contro il green pass del governo Draghi si scagliano le associazioni che rappresentano i transgender e il mondo Lgbtq

Non ci sono solo i “no-vax” e i cosidetti “no-pass” a criticare il Green pass del governo Draghi ma anche le minoranze Lgbtq. Motivo? Il certificato verde che entrerà in vigore il 6 agosto sarebbe discriminatorio nei confronti delle persone transgender. “Abbiamo il problema del green pass. Lungi da me ogni vicinanza coi no vax, ma per come è stato pensato abbiamo un problema. Le persone transgender dovranno mostrare un Qr code che rimanderà alle informazioni anagrafiche, cosa che causa molto disagio, ed espone la persona”. A dirlo, come riporta La Nazione, è stato Christian Cristalli, presidente e cofondatore di Gruppo trans Bologna durante una commissione consiliare del Comune di Bologna convocata dai consiglieri di Coalizione civica Emily Clancy e Federico Martelloni.

Il problema, ha sottolineato Cristalli durante l’audizione, è che il Green pass “rivelerà il dato anagrafico in tutti i luoghi in cui sarà richiesta la certificazione” afferma. “Dobbiamo lavorare in sinergia con istituzioni e associazioni, per creare ambienti e misure inclusive. Vorrei ricordare che il nostro Paese – spiega – stando ai dati forniti da Ilga, l’associazione internazionale lesbiche, gay, bisex, trans intersex, recentemente ha subito uno scivolone nella classifica di quelli considerati friendly”. Ma non è l’unica realtà di questo tipo a porre il problema sul certificato verde. Come sottolinea il blog Progetto gender queer, uno dei più seguiti sui social, il nostro è “un mondo che ha sempre di più voluto una burocratizzazione e un’identificazione continua della persona, come in Minority Report, al netto della scansione oculare”, scrive Il Giornale.

Se scendono in campo contro il green pass quelli del ddl Zan – magari con qualche drag queen di colore – il governo e la Sinistra si troveranno, per rimanere in tema, sicuramente in un cul-de-sac.

Un pensiero su “L’ira dei trans contro il green pass: “Rivela il nostro sesso”. Sinistra e governo in un cul-de-sac

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.