Variante Delta, 28enne ricoverato al Cotugno: era vaccinato con doppia dose

Il 28enne aveva ricevuto la prima dose di AstraZeneca e il richiamo con Pfizer solo pochi giorni fa

La variante Delta continua a destare preoccupazione in Campania, scrive Il Portico di Cava de’ Tirreni. Dopo la scoperta di 59 casi in una sola settimana (clicca qui per approfondire), nelle scorse è stata accertata le positività di un 28enne.

Come scrive il “Corriere del Mezzogiorno”, il 28enne aveva ricevuto la prima dose di AstraZeneca e il richiamo con Pfizer solo pochi giorni fa. Ora è ricoverato al Cotugno dove, dopo le prime difficoltà respiratorie, è in ripresa.

In Campania, sono oltre 100 i casi di variante Delta del Coronavirus che sono stati sequenziati. Tra questi c’è anche un 11enne.

Sorge spontanea una domanda: ma queste varianti non sono una causa delle vaccinazioni?

Tra i virologi che sostengono questa teoria c’è un medico, biologo e virologo francese, presidente della fondazione mondiale per la ricerca e la prevenzione dell’AIDS e professore presso l’Istituto Pasteur di Parigi che ha diretto e dove nel 1983 Françoise Barré-Sinoussi ha scoperto il dell’HIV vincendo insieme a lui il Premio Nobel per la medicina 2008. Il suo nome è Luc Montagnier.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.