Vaccino Covid, soluzione fisiologica a 6 persone al posto di Pfizer

“Un momento di distrazione” ammette il direttore Mannelli. Giani: “Non sono preoccupato”

Sono state somministrate soluzioni fisiologiche a 6 persone al posto del vaccino contro il Covid di Pfizer ieri pomeriggio, venerdì 11 giugno 2021, a Pistoia nel centro vaccinale San Biagio. Lo fa sapere Daniele Mannelli, direttore del distretto pistoiese dell’Azienda Usl Toscana Centro e responsabile del centro, che parla di “momento di distrazione che fortunatamente non ha provocato danni ai pazienti”. I soggetti sono già stati individuati e “adesso li richiameremo e gli spiegheremo cosa è avvenuto”.

Vaccino Covid, soluzione fisiologica a 6 persone al posto di Pfizer

Somministrare una soluzione fisiologica al posto del vaccino contro il Covid Pfizer è stato “un errore cognitivo, una cosa estranea rispetto alle normali procedure” sottolinea il direttore Mannelli. “Insomma, un momento di distrazione che fortunatamente non ha provocato danni ai pazienti. Le sei persone sono state già individuate. Adesso richiameremo tutte e 36 le persone di quel lotto e gli spiegheremo cosa è avvenuto. A queste 36 persone tra 28 giorni chiederemo di fare un prelievo ematico per il controllo dei titoli anticorpali per Covid, così da avere la certezza di chi ha ricevuto la soluzione fisiologica e chi no. Se tutto va come pensiamo, 30 persone faranno in quel momento la seconda dose, mentre per sei di loro sarà la prima dose“.

“Sinceramente non sono preoccupato – dice intanto il presidente della Toscana, Eugenio Giani, che oggi si trova a Firenze per farsi vaccinare contro il Coronavirus – perché dal punto di vista della salute non comporta nulla avere una soluzione fisiologica. È evidente che su 2,5 milioni di dosi qualcuno può magari non fare la procedura corretta: in questo caso non ha effetto sulla salute”.

Covid, soluzione fisiologica al posto del vaccino Pzifer: la ricostruzione della vicenda

L’errore – ha spiegato la Asl Toscana Centro-  è stato scoperto quando i sanitari si sono accorti di aver utilizzato una fiala in meno rispetto a quelle necessarie per vaccinare le persone fino a quel momento registrate nel box, che in tutto erano 36. Da lì è stato subito diffuso un comunicato in cui si ricostruiva la vicenda: “Nel corso della seduta vaccinale pomeridiana dell’11 giugno presso il centro San Biagio di Pistoia si è verificato un evento di somministrazione di soluzione fisiologica in luogo di vaccino Pfizer per sei persone”.

“Il team vaccinale si è accorto di avere utilizzato una fiala in meno rispetto a quelle che sarebbero state necessarie per vaccinare le persone fino a quel momento registrate nel box, effettuando un periodico controllo di congruenza tra dosi somministrate e farmaci prelevati da frigorifero. Le persone vaccinate nel turno pomeridiano fino al momento in cui l’evento è stato riscontrato sono 3630 delle quali sono state correttamente vaccinate“.

“L’operatore sanitario – si legge ancora nel comunicato della Asl ha erroneamente diluito con soluzione fisiologica una delle fiale già utilizzate, priva di principio attivo. L’operazione di diluizione è stata condotta nel rispetto delle norme di sterilità. Le sei persone alle quali è stata somministrata la soluzione fisiologica non corrono alcun rischio, né hanno subito alcun danno dalla somministrazione”.

Fonte: Il Giornale d’ItaliaFoto: LaPresse

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.