Taormina: «Esito positivo per mie denunce: indagati per epidemia colposa»

L’Avvocato Carlo Taormina ha fatto sapere che la Procura di Bergamo gli ha ufficialmente comunicato che le sue denunce “stanno avendo esito positivo e che sono stati indicati i relativi indagati”. Denunce che Taormina aveva presentato lo scorso aprile “contro il governo e i responsabili regionali e territoriali per la gestione della emergenza pandemia. Con riferimento al delitto di epidemia colposa e delitti connessi”. Una battaglia che l’avvocato aveva intrapreso a fine marzo 2020, occupandosi della situazione nelle carceri italiane. Ecco cosa scriveva in un post di quel periodo rivolgendosi al ministro della Salute Roberto Speranza: “Se dovesse crepare un detenuto per coronavirus in carcere, lei potrebbe rispondere di omicidio e di un bel reato ministeriale!”

Taormina: “Debbono andare tutti in galera”

Da quel marzo 2020 Carlo Taormina ha voluto vederci chiaro soprattutto sulla gestione dell’emergenza sanitaria. Oggi “nell’interesse delle persone offese che hanno avuto numerosi morti nelle famiglie” l’avvocato ha deciso che interverrà gratuitamente “perché abbiano giustizia”. Ma l’obiettivo non è soltanto quello di voler procedere contro i responsabili che hanno operato nel territorio lombardo; l’avvocato spera che la Procura di Bergamo trasmetta gli atti anche alla procura di Roma. “Perché formuli incriminazioni e proceda a carico del presidente del consiglio dell’epoca, Giuseppe Conte, e del ministro Speranza, dato che a Roma tutto tace”. Per Taormina “debbono andare tutti in galera! La politica che ha assassinato oltre centomila Italiani e la magistratura che, escludendo Bergamo, non ha arrestato nessuno pur essendo stata riempita di prove, sono la vergogna dell’Italia!”

L’avvocato ha concluso dicendo di volersi battere per vendicare i morti. Poi l’ennesimo attacco alla magistratura. “Sta diventando ancora più dura coi deboli e più debole coi forti, credendo così di poter schiacciare i cittadini che hanno capito cosa è il sistema Palamara. Ma hanno capito anche che i magistrati lo vogliono perché consente tutte le possibili nefandezze contro i cittadini”.

Fonte: Gasp News

Condividi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *