NORIMBERGA DUE PRIMA MEDIATICA E POI NEI TRIBUNALI: PANDEMIA E “GREEN PASS” SOTTO ESAME

Ci scrive il dott. Luca Cardia (manager, specializzato in economia aziendale)

Questo “il tribunale mediatico”, ormai noto al popolo dei Social, per ciò che afferisce la gestione pandemica e tutto ciò che ruota attorno alla privazione di tutte quelle libertà costituzionalmente garantite, già tristemente noto alla storia (con la S maiuscola) ma che sembra ripetersi con fattispecie del tutto differenti.
Non più di qualche mese fa, affrontammo il tema di tutto ciò che ruotava attorno alla questione giuslavorista, ossia sospensioni dal lavoro per chi non avesse un Green Pass o non fosse vaccinato; oggi tutti quei ricorsi stanno trovando soddisfacimento per i ricorrenti, viste le palesi violazioni dei dettami costituzionali e di Leggi gerarchicamente superiori ai DPCM o D.L.
Le ultime notizie, per ciò che attiene la validità dei normali antinfiammatori che, ridurrebbero le ospedalizzazioni al
90%, va in contrapposizione con quanto fino ribadito fino a ieri, ossia il monito a non prenderli!
Sarebbe troppo facile e sbagliato rispondere che nessuno era preparato ad un evento straordinario del genere.
Di fatto lo fummo, avendo approvato lo Stato d’Emergenza in data 31/01/2020, prima del Lockdown e con ovvia consapevolezza che questo virus circolava da almeno 6 mesi, prima dell’emanazione dello Stato D’Emergenza Nazionale.
Oggi si parla di “Commissione d’inchiesta” sull’operato del Ministero della Salute e di tutti i soggetti coinvolti in provvedimenti che, a posteriori, non trovavano neanche conferma nelle relazioni del CTS.
Sorgerebbe quindi spontaneo chiedere chi fosse questo Comitato e come di fatto avesse esautorato il ruolo del Parlamento.
Provvedimenti senza alcuna fondatezza, come se il virus avesse degli orari o dei posti in cui circolare ed altri no per poi scoprire che, naturalmente, gli antinfiammatori avevano la naturale efficacia.
Ancora oggi sentiamo parlare di Quinta dose, per un vaccino che ormai dai più è stato ribadito non essere un vaccino e che peraltro ha confermato il suo carattere sperimentale (altrimenti sarebbe obbligatorio come tutti gli altri).
Infine il Green Pass, una carta di fatto servita a discriminare, senza alcuna fondatezza scientifica; questo il tema che interessa i maggiori giuristi e garantisti di quelle libertà, tramandate dai Padri fondatori della Costituzione stessa.
La chiamano #Norimberga2 perché molte volte la Storia bussa alla stessa porta travestita bene ai molti ma male ai pochi.