Non sanno come più accaparrare voti: il Pd vuole candidare Francesco Totti

Ai vertici del Pd romano, davanti a una serie di calici di vino, qualcuno ha lanciato una di quelle idee folli che nemmeno all’indimenticato giornalista sportivo Maurizio Mosca, tra una «bomba» e un pendolino, durante «Guida al campionato» e «Controcampo», sarebbe venuta in mente: «Candidiamo Totti alle prossime elezioni politiche con il Pd», lo scrive Il Tempo.

Ecco le motivazioni: l’ormai ex moglie del «Pupone» lascia Roma per Milano, lavora con Berlusconi a Cologno Monzese, cosa c’è allora di meglio che mettere l’ex marito contro quella destra che, a questo punto, viene «impersonata da Ilary»? Una boutade, si spera, che tra l’altro non ha fatto i conti con il diretto interessato e le sue opinioni. Ma lanciare il campione della Roma in una campagna elettorale è un sogno, folle, che nel Pd qualcuno coltiva. Comunque, il compleanno di Totti è il 27 settembre, due giorni dopo le elezioni. E lui ha l’età anche per concorrere al Senato, oltre che alla Camera dei Deputati, si legge ancora su Il Tempo.