Dal 27 luglio è possibile bloccare le chiamate dei call center anche su smartphone. Ecco come

Novità in arrivo sui nostri smartphone: dal 27 luglio sarà possibile iscrivere il nostro numero al Registro Pubblico delle Opposizioni, che permetterà di bloccare il trattamento dei dati personali in modo da non ricevere più chiamate dai call center. In realtà il Registro esiste dal 2010, ma è sempre stato limitato alla telefonia di rete fissa. Entro fine mese il servizio sarà esteso alla rete mobile e potranno beneficiarne anche cellulari e smartphone.

Iscrivere il proprio numero al Registro – e salutare per sempre operatori di marketing molesto – è completamente gratuito e lo si può fare sul sito del Registro oppure via mail, al telefono o via fax. Andando sul sito www.registrodelleopposizioni.it si può compilare il modulo online disponibile nell’area abbonato del portale. Al telefono invece basta chiamare il numero verde 800 265 265 e seguire la procedura automatica, avendo con sé alcuni documenti personali da dettare per la registrazione. Infine, si può mandare una mail con la richiesta a abbonati.rpo@fub.it, un fax al 06.54224822 oppure una raccomandata a «gestore del registro pubblico delle opposizioni – abbonati», Ufficio Roma Nomentano – casella postale 7211 – 00162 Roma.

Le chiamate degli operatori di telemarketing saranno bloccate entro 15 giorni dalla richiesta, dal momento che tutte le aziende del settore sono tenute a consultare il Registro ed eliminare dalla lista i numeri che hanno tolto il consenso al trattamento dei dati. La novità, oltre che nella possibilità di iscrivere il numero di cellulare, sta anche nella semplificazione della procedura di iscrizione, modificata appositamente per combattere il fenomeno del telemarketing aggressivo.

Il comunicato ufficiale della nuova funzione del Registro infatti afferma che «Il nuovo servizio – che sarà gestito dalla Fondazione Ugo Bordoni per conto del Ministero dello Sviluppo Economico – consentirà di porre un argine al fenomeno del telemarketing aggressivo e di sanare una situazione che negli anni ha esasperato i cittadini». Sono introdotte anche altre tutele per il consumatore: chi telefona deve rendere visibile il numero da cui chiama, gli operatori devono indicare agli interessati che i loro dati personali sono stati estratti dagli elenchi di abbonati e devono fornire anche le indicazioni per iscriversi al Registro delle Opposizioni.
SkyTg24