Le nuove regole della quarantena ad agosto

Un piano per cambiare le regole della quarantena e affrontare l’autunno con una strategia diversa è stato abbozzato dalle Regioni in un documento presentato al ministro della Salute Roberto Speranza. La circolare che taglia l’isolamento domiciliare dei positivi che risultano negativi al tampone dopo pochi giorni è già scritta e dovrebbe essere pubblicata già la prossima settimana.

Da settimane giungono da più parti le richieste anche di rivedere l’obbligo di isolamento, almeno per chi non ha sintomi e lavora nei servizi essenziali o comunque prevedendo mini quarantene, scrive Today. All’estero quasi ovunque le regole sono già adesso più soft. In Spagna e Inghilterra per i positivi non è più previsto l’isolamento. In Usa, Germania (con autotest finale), Svezia e Austria i giorni di quarantena sono invece ridotti a cinque. L’epidemiologo Pierluigi Lopalco invitava già a inizio mese a far presto e a cambiare le regole sull’isolamento di chi ha il Covid e lancia l’idea di togliere l’isolamento domiciliare almeno agli asintomatici che lavorano nei servizi essenziali, come sicurezza e sanità, ma indossando sempre le Ffp2. Un ripensamento generale dell’isolamento domiciliare dei contagiati dovrà in ogni caso prima o poi avvenire, perché la maggiore contagiosità delle nuove varianti e la loro minore patogenicità saranno caratteristiche dell’evoluzione del Covid verso l’endemizzazione.

Le nuove regole prevederebbero che chi non ha più sintomi da 48 ore e risulta negativo a un tampone (in farmacia, all’Asl o dal medico), potrà uscire liberamente. Non è tutto: la circolare abbasserà da 21 a 15 (o forse 10) giorni il tempo di isolamento per i positivi che non si negativizzano pur non avendo sintomi. La carica virale in quel caso è molto limitata. In vista dell’autunno poi Regioni e tecnici del Ministero della Salute studiano un piano con lo stop totale della quarantena per gli asintomatici, chiedendo però loro di indossare le Ffp2 sempre e comunque nei locali al chiuso e all’aperto in caso di contatti ravvicinati.
Immagine Ansa