Protesta dei tassisti davanti a Palazzo Chigi: petardi, fumogeni e cori contro il governo

Proseguono anche oggi le proteste dei tassisti arrivati a Roma da diverse parti d’Italia. Il corteo si è radunato in via del Corso intorno alle 11, sono stati sparati diversi petardi e fumogeni e vengono intonati cori di protesta contro il governo e il ddl concorrenza, scrive Il Tempo. Presenti le forze dell’ordine in tenuta antisommossa, che hanno blindato piazza colonna e l’accesso a Palazzo Chigi da diverse strade limitrofe: nonostante le esplosioni di una decina di bombe carta non c’è stato alcun movimento o carica ai tassisti. Già ieri alcuni esponenti della categoria dei taxi si erano incatenati di fronte a Palazzo Chigi e anche oggi sono intenzionati a restare “bloccati”. I cori dei manifestanti raggiungono, nonostante la distanza, Palazzo Chigi. Nel mirino il disegno di legge sulla concorrenza, fortemente osteggiato dalle auto bianche.