Tanto fumo e poco arrosto, consueto modus operandi dei Cinquestelle: Conte ha confermato il sostegno a Draghi

È da mesi che si parla della probabilità che Giuseppe Conte ed i Cinquestelle alzino il fondo schiena dalle poltrone per far cadere il governo Draghi. Ma i grillini dalle poltrone non si scollano, neanche con eventuali poderosi solventi: e pensare che costoro avrebbero dovuto cambiare la politica. Vabbè, lasciamo perdere, è inutile tornare sul più grande bluff politico italiano.

E così, «tanto tuonò che non piovve». Infatti, secondo fonti della maggioranza contattate da Affaritaliani.it, dopo l’incontro tra Mario Draghi e Giuseppe Conte a Palazzo Chigi durato poco più di un’ora, la crisi di governo e la fine anticipata della legislatura  appare scongiurata. Il faccia a faccia a Palazzo Chigi tra il premier Mario Draghi e il presidente M5S Giuseppe Conte è stato un «incontro positivo e collaborativo che si è protratto per oltre un’ora». Fonti di Palazzo Chigi sottolineano come il «dato politico» sia che «in primo luogo Conte ha confermato il sostegno del M5S al Governo». Insomma, l’ormai consueto «tanto fumo e poco arrosto» grillino.