Pfizer e vaccino anti-Covid sotto indagine: giudice in Uruguay vuole sapere componenti e efficacia

Pfizer e componenti del vaccino anti-Covid sotto indagine. In Uruguay il giudice del Tribunale per il contenzioso amministrativo (TCA), Alejandro Recarey vuole vederci chiaro. L’uomo, scrive Il Giornale d’Italia, ha intimato al governo uruguayano e alla Pfizer di produrre in aula una serie di documenti e informazioni dettagliate. Il termine di 48 ore concesso scade oggi, mercoledì 6 luglio, alle 14.00 ora italiana. Il giudice è stato attivato da una richiesta di protezione per la sospensione della somministrazione del vaccino nei bambini. Nel Paese il vaccino Pfizer può essere somministrato a partire dai 5 anni di età, su base volontaria. La decisione prevede che l’esecutivo ed l’aziende statunitense forniscano la documentazione sulla composizione dei vaccini, compresa l’eventuale presenza di “ossido di grafene” o “elementi nanotecnologici”.

Vaccino Pfizer: in Uruguay indagine per saperne i componenti
A essere richiesta in particolare è la composizione biochimica del vaccino. Il giudice ha chiesto inoltre informazioni sulla “sostanza chiamata RNA messaggero” e sulla sua funzione e dati che dimostrino la sua completa innocuità. Contestualmente il magistrato ha chiesto di conoscere come vengano distribuiti i diversi lotti e in base a quali criteri.

Pfizer: “Vaccino sperimentale? E’ veramente efficace?”
Il giudice Recarey ha chiesto che venga chiarito se il vaccino sia sperimentale o meno e che venga precisato “ciò che è scientificamente noto e non noto” riguardo la sua efficacia. Ha chiesto poi che vengano forniti i dati ufficiali che “dimostrino l’impatto negativo o positivo della cosiddetta vaccinazione sul numero di contagi e decessi diagnosticati con covid dall’inizio della campagna ad oggi”. E che venga indicato se sono stati condotti studi che spieghino “il notevole aumento dei decessi per covid-19 a partire da marzo 2021 rispetto all’anno precedente”.

Infine, il magistrato uruguayano, conclude Il Giornale d’Italia, ha chiesto alle autorità di comunicare se siano state studiate terapie alternative al vaccino Pfizer per curare il covid-19. E in caso di risposta negativa, ha chiesto che venga chiarito per quali ragioni tali soluzioni alternative non siano state esplorate.