Continuano le gaffe di Biden: nomina la Svizzera al posto della Svezia

Joe Biden sembra una “macchietta” d’avanspettacolo anziché il presidente di una nazione che agogna il dominio mondiale: stringe la mano all’amico invisibile, si fa scrivere su un foglio che a termine di una conferenza deve salutare e andarsene, cade dalla bicicletta (quasi da fermo) mentre saluta dei sostenitori, oltre ad inciamparsi sulla scaletta dell’Air Force One.

E al vertice Nato, in scena a Madrid, mentre stava parlando dell’adesione di Finlandia e Svezia, ha confuso quest’ultima con la Svizzera: «Alcuni della stampa ricordano quando ho ricevuto una chiamata dal leader della Finlandia, che mi chiedeva se poteva venire a trovarmi. È venuto il giorno dopo e mi ha detto: ‘Sosterrà l’adesione del mio Paese alla Nato?‘. Abbiamo avuto poi una chiamata dal leader della Svizzera». Biden si accorge, a differenza di altre volte, della gaffe e fa lo “splendido”: «Mamma mia, sto diventando davvero ansioso di allargare la Nato… era la Svezia. È successo che è venuta il giorno dopo e voleva parlare di adesione alla Nato».