Mezz’ora in più, Paolo Mieli ridicolizza Draghi, Scholz e Macron: «Imbarazzanti»

Paolo Mieli si scalda nel corso dell’edizione del 19 giugno di Mezz’ora in Più, il programma domenicale di Rai3 condotto da Lucia Annunziata. La padrona di casa sottopone al suo ospite, ex direttore del Corriere della Sera, la tematica scaturita dal viaggio di Mario Draghi, Olaf Scholz ed Emmanuel Macron in Ucraina, alla quale è stata fatta l’offerta di entrare in Europa per affrontare al meglio la guerra con la Russia. «Capirai…» dice Mieli con un gestaccio ad accompagnare la parola, facendo di capire che contano veramente poco quelle parole. «Penso che sia una valorizzazione da fare» ribatte Annunziata.

«L’offerta all’Ucraina di entrare in Europa vale zero. Quell’offerta è un punto di compromesso» la rimbrotta Mieli. «Dai Paolo – prova a convincerlo Annunziata – non è proprio così, vale zero no». «Uno va» risponde il giornalista, che poi spiega la propria posizione: «Rispetto all’occasione storica i leader fondamento della futura Europa mi aspettavo che trovassero un’immagine, un’immagine retorica, un tono di voce. La visita ad Irpin era imbarazzante. Erano tre persone imbarazzate che davano di sé un’immagine imbarazzante. La scena di Scholz che mette la testa nella macchina…». «Questo è abbastanza vera», concorda e passa oltre Annunziata, si legge su Il Tempo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.