Si vota con la mascherina. Paragone insulta il governo: «Ominicchi, fottuti vigliacchi!»

Per il voto alle elezioni amministrative 2022 e al referendum sulla giustizia del 12 giugno bisognerà recarsi al seggio indossando la mascherina, oltre a rispettare altre regole anti-Covid come percorsi di ingresso e d’uscita identificati con un’apposita segnaletica, sanificazione delle mani, distanziamento personale di almeno un metro e via dicendo. Insomma, rispetto a un anno fa per i ministeri dell’Interno e della Salute non è cambiato niente, scrive Il Tempo.

La riproposizione delle regole anti-Covid da piena pandemia anche al prossimo electron day non manca di scatenare feroci polemiche con in testa il leader di Italexit Gianluigi Paragone. Il parlamentare in un tweet incendiario pubblicato sul social network, martedì 7 giugno, se la prende con Mario Draghi, Roberto SperanzaMatteo Salvini e Giuseppe Conte. Per Paragone i leader di Lega e 5Stelle, il premier e il ministro della Salute e «ominicchi vari, ci impongono la #mascherina per andare a votare». L’attacco culmina con una sciabolata scritta in stampatello: «SIETE DEI FOTTUTI VIGLIACCHI!!!!”.


Da capire se la riproposizione delle regole anti-Covid al seggio mentre in molte attività anche al chiuso è caduto l’obbligo da tempo avrà un peso sull’affluenza al voto che, almeno per i referendum, non si prevede altissima e mette a rischio il quorum necessario.
A onor del vero, tra i protagonisti bersagliati da Paragone vanno fatti dei distinguo, sottolinea il Tempo. Ad esempio Salvini ha annunciato che la Lega farà ricorso contro l’obbligo di mascherina per il voto del 12 giugno: «Ci sono le feste del Milan, il concerto di Vasco Rossi con centomila persone, puoi andare dove vuoi senza mascherine e domenica, con quaranta gradi, senza mascherine non ti fanno votare. È una follia», ha detto il leader del Carroccio a Mattino 5.

Un pensiero su “Si vota con la mascherina. Paragone insulta il governo: «Ominicchi, fottuti vigliacchi!»

  • 8 Giugno 2022 in 9:57
    Permalink

    Salvini parla sempre come fosse all’opposizione, avesse le palle di votare una sfiducia. l’unico governo che ha fatto cadere è stato il suo, per togliersi dalle responsabilità. detto bene sopra, ominicchi vigliacchi, non dimenticheremo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.