Covid, Pregliasco: «Nuove restrizioni non escluse. Le mascherine come occhiali da sole»

«Siamo in una fase di transizione del Covid tra l’andamento pandemico, che speriamo stia terminando, e quello endemico della convivenza con il virus». Lo afferma ad Affaritaliani.it il virologo Fabrizio Pregliasco, direttore sanitario dell’ospedale Galeazzi di Milano. «Il Covid proseguirà con andamenti ciclici, come le onde nello stagno. Le prime onde più grandi quelle della pandemia, poi probabilmente il prossimo autunno e inverno ci saranno altre onde di risalita della malattia ma in modo inferiore. Il tutto a meno che non esca una variante carogna, eventualità che non si può escludere visto che il virus sta circolando molto».

«Le varianti che conosciamo oggi, come la Omicron, sono più contagiose, ma per fortuna meno cattive e abbiamo una quota rilevante di italiani che ha subito la malattia ed è anche stata vaccinata. Una protezione forse non totale, ma buona, visto che come sappiamo anche i guariti possono ammalarsi nuovamente. Abbandonare le protezioni fa sì che aumenti di nuovo il serbatoio dei soggetti suscettibili e, insieme al ritorno del freddo dal prossimo autunno, lascia pensare che ci sarà una risalita del Covid che ruberà il posto all’influenza stagionale».

E le mascherine? Abbandonate per sempre anche a scuola da settembre? «Per questa estate consiglio di usare le mascherine come gli occhiali da sole, sono ancora consigliate soprattutto per i soggetti fragili. Bisognerebbe prendere esempio dai cinesi che già indossavano la mascherina prima del Covid per non contagiare gli altri, almeno quando si avvertono dei sintomi influenzali. Per quanto riguarda il Covid, purtroppo, negli scenari futuri non possiamo escludere nuove restrizioni. Uno scenario che speriamo di non dover adottare ma che non possiamo escludere», spiega Pregliasco.

Infine il vaiolo delle scimmie. «Considerando l’esperienza del Covid abbiamo una capacità di interlocuzione internazionale e i segnali non sono piacevoli. Però la capacità di tracciamento è più efficiente di prima. È giusto parlarne senza lanciare allarmi. Comunicare alla comunità l’esigenza di fare controlli e di farsi vedere dai medici in caso di sintomi sospetti. Un piccolo focolaio di 14 casi in Italia e 300 in Europa per il momento non desta preoccupazione e si può contenere. È una patologia più facilmente controllabile del Covid e sono confidente che non diventi qualcosa di pesante», conclude il virologo.

4 pensieri riguardo “Covid, Pregliasco: «Nuove restrizioni non escluse. Le mascherine come occhiali da sole»

  • 8 Giugno 2022 in 23:30
    Permalink

    Le mascherine non servono a nulla e non frenano nemmeno i contagi tanto cari al governo. Io sono contro la violenza sugli animali ma a questo covidiota gli darei un pugno 👊 e gli farei le lenti a contatto. Ma basta, ci lasciassero vivere in pace. Io vivo in Sardegna e non c’è mai stato nulla… Anzi, i giovani stanno morendo a CAUSA del vaccino sperimentale, anche dove vivo io, un paesino e addirittura una ragazza ha avuto un aborto spontaneo, mentre di covid-19 muoiono i 96 anni malati… Non lo sopporto più… Non ce la faccio più, spero che finisca tutto. Qua è così noioso, hanno tolto qualsiasi cosa da anni: feste, eventi, ecc. E per cosa? Non capisco… Per il governo? Pfff. Qui è già troppo se ci sono le STRADE… In più ho una famiglia pazza… Un tempo mi interessavo anche di fisiognomica e diciamo che a questo essere non gli darei un minimo di credibilità, né a lui, né a speranza, né a Bassetti, né tantomeno a Draghi, ecc. C’è uno del CTS poi che sembra proprio un corvo, fa paura… Brrr. PS: Scrivere è così difficile, appaiono sempre spot pubblicitari:(

    Rispondi
  • 2 Giugno 2022 in 20:11
    Permalink

    Figuratevi io non metto neanche gli occhiali da sole!!!

    Rispondi
  • 2 Giugno 2022 in 18:38
    Permalink

    Pregliasco dice «le mascherine come occhiali da sole»?

    Questo sarebbe un primario di un ospedale?

    Che ne dice allora Pregliasco della ipercapmia, di cui a poco vedremmo scoppiare i casi?

    Rispondi
  • 2 Giugno 2022 in 16:22
    Permalink

    Ora, abbiate pazienza, non sono mai stata una persona scurrile, evidentemente sono destinata al cambiamento.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *