Ministro Difesa russo: «Abbiamo rallentato l’avanzata per evitare vittime civili»

Le forze armate russe hanno «deliberatamente» rallentato la loro avanzata in Ucraina per evitare vittime civili. Lo ha dichiarato il ministro della Difesa russo, Serghei Shoigu, durante una riunione del Consiglio dei ministri della Difesa dell’Organizzazione del Trattato per la sicurezza collettiva, riporta la Tass.

«Le forze armate russe, a differenza di quelle ucraine, non colpiscono le infrastrutture civili dove potrebbero trovarsi i civili. Le postazioni di tiro e le strutture militari nemiche identificate sono colpite da armi di precisione», ha affermato Shoigu. Il ministro ha riferito che viene dichiarato un regime di silenzio per consentire l’uscita dei residenti dagli insediamenti circondati e vengono creati corridoi umanitari, il che rallenta la velocità dell’offensiva, si legge su una nota dell’AGI. «Ma questo viene fatto deliberatamente per evitare vittime civili», ha spiegato Shoigu.

Immagine VADIM SAVITSKII / RUSSIAN DEFENCE MINISTRY / SPUTNIK / AFP – Il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu

► I più letti
► Torna alla Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.