Cagliari, lanciata una molotov contro l’ingresso del Comando Militare Esercito Sardegna

Venerdì sera, una molotov è stata lanciata contro l’ingresso della sede del Comando Militare Esercito Sardegna in via Torino a Cagliari. Contro le pareti, inoltre, sono state lanciate anche delle “bombe” di vernice rossa e due fumogeni. Nessuno è rimasto ferito. La polizia adesso sta lavorando per risalire agli autori dell’attentato incendiario.

La bottiglia incendiaria ha annerito la parete, mentre la vernice ha imbrattato anche il portone d’ingresso. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del Distaccamento porto e la polizia con gli specialisti della scientifica che si sta occupando dei rilievi.

Dura condanna da parte di Salvatore Deidda, deputato e capogruppo di Fratelli d’Italia. Al Comando regionale dell’Esercito a Cagliari “va la nostra solidarietà e sostegno, un episodio che arriva dopo un irresponsabile e crescente campagna di ‘disinformazione’ sulle Esercitazioni della Marina Militare. I violenti dovrebbero essere isolati e fermati, non alimentati. Presenterò una interrogazione per chiedere chiarimenti al governo se intende adottare le opportune iniziative a tutela delle nostre Forze Armate”, ha scritto su Facebook.

Il corteo contro la guerra e le esercitazioni – Venerdì mattina, proprio da via Torino dall’ingresso della sede del Comando Esercito Sardegna era partita la protesta-sciopero di sindacati di base, movimenti antimilitaristi, pensionati e scuola contro l’utilizzo delle armi e le esercitazioni. Il corteo era arrivato fino in porto.
Tgcom24 Immagine Ansa

► I più letti
► Torna alla Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *