Berlino, studio: «Un vaccinato ogni 125 ha avuto un effetto avverso grave»

«Il professor Harald Matthes del Charite University Hospital di Berlino ha dichiarato martedì di aver registrato 40 volte più ‘effetti collaterali gravi’ delle vaccinazioni Covid-19 rispetto a quanto riconosciuto da fonti ufficiali tedesche. Inoltre Matthes ha invitato i medici a prendere una posizione attiva nella ricerca delle persone colpite dagli effetti avversi, non affidandosi ai sitemi passivi di sorveglianza vaccinale», lo scrive Scenarieconomici.it.

«Matthes ha condotto uno studio intitolato Profilo di sicurezza dei vaccini Covid-19 per un anno e, dopo aver intervistato 40.000 persone vaccinate, ha notato che uno su 125 ha lottato con ‘gravi effetti collaterali‘, ha riferito la rete televisiva tedesca MDR Martedì».

«’Il numero non è sorprendente‘, ha spiegato Matthes. ‘Corrisponde a quanto si sa da altri paesi come Svezia, Israele o Canada. Per inciso, anche i produttori dei vaccini hanno già determinato valori simili nei loro studi‘».

Il professore, fa sapere Scenarieconomici, ha proseguito mettendo in luce come sia alla Charité che in altre cliniche si stiano sviluppando trattamenti efficaci per le persone con complicanze da vaccino: «’Spesso, la presenza di troppi auto-anticorpi nel plasma sanguigno delle persone colpite è la causa del problema‘, spiega il Prof. Matthes. ‘Ecco perché bisogna prima determinare quali e quanti di questi auto-anticorpi sono presenti‘. Gli auto-anticorpi sono anticorpi che non riconoscono i tessuti del proprio corpo e quindi lo attaccano. Il professore ha inoltre notato come molti di questi effetti avversi perseguano pesantemente nel tempo».

► I più letti
► Torna alla Prima pagina

Un pensiero su “Berlino, studio: «Un vaccinato ogni 125 ha avuto un effetto avverso grave»

  • 15 Maggio 2022 in 14:25
    Permalink

    1 ogni 125 ha un effetto grave ma gli effetti a medio lungo termine non sono ancora determinati.Potrebbero anche essere 1 ogni 10 o tutti i vaccinati.Speriamo di no

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.