L’UE militarizza anche la Moldavia, pronta a inviare armi a un nuovo fronte

«Non bastava il conflitto in Ucraina. L’Ue è pronta ad «aumentare in modo significativo» l’invio di armi anche in Moldavia. Ad annunciarlo è il presidente del consiglio europeo Charles Michel dopo l’incontro a Chisinau», scrive Il Tempo. «Già da alcuni giorni fonti dell’intelligence di Kiev ritengono che Mosca abbia pronto il piano di attacco per impossessarsi della Transnistria. Regione moldava che ha proclamato la sua indipendenza ma non è riconosciuta dall’Onu»

Bisogna vedere quanto ci sia di vero. L’intelligence ucraina, qualche giorno fa, aveva affermato che il 9 maggio Mosca avrebbe dichiarato «la guerra totale». Notizia smentita dal portavoce del Cremlino Dmitry Peskov. 

«Alcune informazioni contraddicono l’analisi delle agenzie delle intelligence occidentali secondo cui la Russia non ha la possibilità di sorvolare in sicurezza senza che le difese aeree dell’Ucraina nella regione di Odessa non abbattano i suoi velivoli», si legge ancora su Il Tempo.

Michel ha spiegato: «Ci aspettiamo che quest’anno aumenti considerevolmente il nostro sostegno alla Moldavia fornendo equipaggiamento militare alle sue forze armate». «L’Ue è completamente solidale con la Moldavia. È nostro dovere europeo aiutare e sostenere il Paese e aumentare il nostro sostegno alla sua stabilità, sicurezza e integrità territoriale».

Serghei Lavrov, ministero degli Esteri russo, pochi giorni fa ha fatto sapere che «l’ingresso della Moldavia nella Nato non comporterà maggiore sicurezza a questa nazione. I moldavi dovrebbero iniziare a preoccuparsi del loro futuro se vengono trascinati nell’Alleanza atlantica come sta accadendo».

► I più letti
► Torna alla Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.