Il Canada ha addestrato miliziani del battaglione Azov in Ucraina

Il reggimento Azov ha beneficiato dell’addestramento offerto ai soldati ucraini nonostante la promessa canadese di non avventurarsi mai in questa direzione.

Il Canada ha speso quasi un miliardo di dollari per addestrare le forze ucraine dal 2014. I soldati del reggimento Azov, noto per i suoi legami con l’estrema destra, hanno beneficiato di questa formazione, secondo i documenti analizzati da Radio-Canada.

Fondato da un famigerato neonazista, il reggimento Azov è diventato famoso per le sue gesta d’armi nel 2014 contro i separatisti filo-russi, in particolare a Mariupol, dove sta combattendo ancora oggi. Inoltre, con il riposizionamento delle forze russe nell’Ucraina meridionale e orientale, il battaglione potrebbe avere un ruolo centrale da svolgere nei futuri combattimenti.

Quando Vladimir Putin afferma di voler denazificare l’ Ucraina invadendo questo Paese, si riferisce in particolare a questa controversa unità. Sebbene i membri del battaglione si siano diversificati dalla sua integrazione nella Guardia nazionale ucraina (GNU), mantiene ancora legami con l’estrema destra. È a causa di queste affiliazioni fasciste che Ottawa ripete, dal 2015, che le Forze armate canadesi (CAF) non forniranno mai né avranno fornito addestramento o supporto a questo reggimento o alle unità affiliate. .

Tuttavia, foto scattate presso il centro di formazione Zolochiv della GNU, nell’Ucraina occidentale, mostrano il contrario. Il CAF hanno infatti contribuito all’addestramento dei soldati del reggimento Azov nel 2020, al punto che questa unità ora si vanta di poter addestrare i propri soldati secondo gli standard occidentali.

In due foto pubblicate sui social della Guardia nazionale ucraina, due soldati indossano una toppa fornita dal reggimento Azov sulle loro uniformi mentre partecipano all’addestramento con il CAF. Questo è l’emblema della prova spartana, un torneo a resa dei conti. Lo stemma è inoltre stampigliato con il logo del reggimento Azov, che evoca il Wolfsangel, simbolo utilizzato da diverse unità naziste.

Guardia nazionale Ucraina
In questa foto pubblicata sui social della Guardia nazionale ucraina, vediamo un soldato che indossa lo stemma del reggimento Azov, mentre partecipa all’addestramento con i soldati canadesi.

Secondo Oleksiy Kuzmenko, giornalista specializzato nell’estrema destra ucraina, la presenza di queste toppe suggerisce fortemente che il reggimento Azov avesse accesso all’addestramento militare canadese.

Lo stemma in questione è saldamente ed esclusivamente associato al reggimento Azov , dice. Questa prova mostra che l’esercito canadese non ha messo in atto i meccanismi che impedirebbero a questa unità militare di estrema destra di accedere agli aiuti occidentali forniti alle forze armate e di sicurezza , afferma il giornalista, che collabora in particolare con i media investigativi online Bellingcat.

Ricercatore presso l’Istituto Nazionale delle Lingue e delle Civiltà Orientali (INALCO), specialista in Ucraina, l’estrema destra e il nazionalismo ucraino, Adrien Nonjon riconosce anche questo simbolo nelle foto.

Vi posso assicurare con assoluta certezza che si tratta di uno stemma Azov , osserva. Questo reggimento si presenta come una formazione d’élite e cerca di instillare questo modello di autotrascendenza nei suoi combattenti. Detto questo, si può anche immaginare che l’individuo che indossa questo stemma sia un ex membro del reggimento.

Su un’altra immagine scattata durante la stessa formazione, questa volta da un fotografo CAF, vediamo un soldato ucraino che indossa una toppa con i colori della 14a divisione delle Waffen-SS, creata nel 1943 dal regime nazista di Adolf Hitler per combattere l’ URSScon i volontari ucraini. Nel 2021 è stata condannata anche una cerimonia destinata a rendere omaggio a questa divisione(Nuova finestra)dal presidente Volodymyr Zelensky.

Battaglione Azov
In questa foto scattata dalle forze armate canadesi, vediamo un soldato ucraino che indossa uno stemma della 14a divisione delle Waffen-SS.

Se, storicamente, questa divisione delle Waffen-SS non ha partecipato ai massacri di ebrei in Ucraina durante la seconda guerra mondiale, resta il fatto che l’immagine del leone d’oro e delle tre corone è molto controversa.

Non possiamo uscirne: [le Waffen-SS] sono un branco di nazisti , dice Dominique Arel, professore e titolare della cattedra di studi ucraini all’Università di Ottawa. Come divisione furono creati troppo tardi per partecipare all’Olocausto e furono usati come carne da cannone dai tedeschi. Ma resta il fatto che il simbolismo è forte. Le SS sono il gruppo più criminale del XX secolo .

Operazione Unificare
Dal 2015, il Canada ha aiutato a formare 33.346 candidati delle forze di sicurezza ucraine, inclusi 1.951 elementi GNU, come parte dell’Operazione Unifier, secondo il Dipartimento della Difesa Nazionale. Il costo di questo programma è di oltre $ 890 milioni. Ogni sei mesi, circa 200 membri CAFa turno per fornire assistenza alla formazione delle forze di sicurezza. Tutto questo personale è stato temporaneamente trasferito in Polonia fino a quando le condizioni non consentiranno la ripresa della formazione.

L’esercito canadese ha lavorato in collaborazione con il Centro di addestramento della guardia nazionale ucraina a Zolochiv dal 20 febbraio 2019 al 13 febbraio 2022, secondo il CAF.

Interrogato sulla presenza di queste toppe sull’uniforme dei soldati ucraini durante l’addestramento condotto dal CAF, il Ministero della Difesa Nazionale ha formalmente negato di aver addestrato membri del reggimento Azov.

Il CAFnon hanno mai impartito alcun addestramento ai membri del battaglione Azov , assicura via e-mail il ministero della Difesa nazionale. Ai militari che partecipano a Op Unifier è sempre stato ordinato di non allenarsi con i membri del Battaglione Azov e di non avere alcun contatto con loro.

Il portavoce del Dipartimento concorda, tuttavia, che i membri di Op Unifier non esercitino il controllo su coloro scelti per frequentare corsi o sessioni di formazione.

Secondo il ministero, è responsabilità dell’Ucraina effettuare i controlli richiesti per quanto riguarda il personale militare in addestramento.

Il CAF non hanno né il potere né il mandato di indagare sui militari di altri paesi. Tuttavia, il personale di Op Unifier ha sempre avuto l’obbligo e il diritto di chiedere al personale di comando delle strutture di addestramento o delle accademie militari ucraine di ritirare i corsi tenuti o supervisionati dai membri del CAF .qualsiasi soldato ucraino che sospettano essere inadeguato in termini di valori canadesi o di diritto internazionale.

Contattato via e-mail, un rappresentante GNU ha negato che elementi del reggimento Azov potessero partecipare all’addestramento con i militari canadesi, nonostante i particolari stemmi del reggimento visti nelle loro stesse foto. Per quanto riguarda il periodo da lei citato [novembre 2020], questa unità non vi ha esercitato , scrive un portavoce. E questo pezzo non fa parte della loro uniforme.

I membri del reggimento Azov non hanno risposto alle nostre richieste via e-mail o sulla rete Telegram.

Membri Azov
Membri del reggimento Azov della Guardia nazionale ucraina, insieme ad attivisti del partito di estrema destra del Corpo nazionale e del gruppo del settore della destra radicale, hanno preso parte a una manifestazione in occasione della Giornata dei difensori dell’Ucraina, a Kiev nell’ottobre 2016.

Il 18 agosto 2021, una dichiarazione pubblicata sul sito Web di GNU ha inoltre affermato che elementi del reggimento Azov (noto anche come distaccamento speciale dell’unità militare 3057 ) avevano ricevuto addestramento da istruttori addestrati nell’ambito di un programma sviluppato con la partecipazione dei rappresentanti dell’operazione Unifier, chiamato PR-1 .

Il primo gruppo di combattenti dell’unità militare 3057 iniziò l’addestramento nell’ambito del programma di addestramento di base per soldati secondo gli standard NATO[…] , possiamo leggere lì. Tale corso in Ucraina si svolge solo presso il Centro di addestramento della Guardia Nazionale dell’Ucraina a Zolochiv […]. Il programma di addestramento di base per i soldati è la prima fase della crescita del sistema di addestramento professionale della Guardia nazionale ucraina. È stato sviluppato insieme ai rappresentanti dell’Operazione Unifier secondo gli standard della NATO.

Un comunicato stampa pubblicato sul sito web del reggimento Azov nell’agosto 2021 specifica che 35 combattenti hanno partecipato a questo addestramento.

Ad ottobre, Azov si vantava di addestrare 33 cadetti secondo il programma PR-1, ma questa volta nelle proprie strutture, grazie all’addestramento ricevuto a Zolochiv. Menziona inoltre che, per il prossimo corso, gli istruttori sono pronti ad accettare il doppio dei soldati ea fornire tale addestramento su base regolare .

Interrogato su questa formazione offerta dagli istruttori Azov, sviluppata con i rappresentanti dell’Operazione Unifier secondo gli standard NATO, il Dipartimento della Difesa Nazionale canadese afferma di non esserne a conoscenza .

Il GNU e tutte le sue sotto-organizzazioni, come lo Zolochiv Training Center, di cui fanno parte i membri del CAF stavano operando – erano sempre pienamente consapevoli e concordavano sul fatto che il Dipartimento della Difesa Nazionale e il CAF non avrebbero addestrato membri del reggimento Azov né avrebbero avuto contatti con loro , ha detto un portavoce via e-mail. Inoltre, il [ GNU] ha sempre accettato di adottare misure per evitare interazioni.

Il GNU non ha risposto alla nostra richiesta al riguardo.

Depoliticizzato o neofascista?
Il reggimento Azov, che partecipa alla difesa della città di Mariupol, devastata dall’esercito russo, è un’unità molto controversa in Ucraina, come altrove.

Le autorità russe stanno usando lo spettro di Azov per giustificare l’invasione dell’Ucraina. In un discorso trasmesso pochi minuti prima dell’inizio dell’invasione il 24 febbraio, Vladimir Putin ha detto che stava cercando di smilitarizzare e denazificare l’Ucraina , anche se il presidente del paese, Volodymyr Zelensky, è ebreo. Il 10 marzo, il ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov ha giustificato il bombardamento di un reparto di maternità a Mariupol con la presenza del battaglione Azov e di altri radicali.

Creato dal neonazista Andriy Biletsky, il reggimento Azov ha ora 10.000 combattenti sui circa 200.000 soldati dell’esercito ucraino, secondo il suo fondatore. Si tratta quindi di un’entità minoritaria, lontana da quanto suggerisce la propaganda di Vladimir Putin.

Gli 800 circa combattenti che lo componevano originariamente, durante la guerra del Donbass, hanno contribuito a riconquistare la città di Mariupol dai separatisti filorussi nel 2014. Molti volontari provenivano dalla formazione ultranazionalista Patriote d’Ukraine e dall’Assemblea nazionale sociale, di neofascista fedeltà.

Andriy Biletsky ha servito in Parlamento dal 2014 al 2019. Mentre il suo discorso da allora si è perfezionato, nel 2008 ha menzionato che la missione dell’Ucraina è guidare le razze bianche del mondo in una crociata finale… contro gli Untermenschen [i subumani] governati dal Semiti .

Nel giugno 2015, il Canada ha annunciato che non avrebbe supportato o addestrato questo reggimento. In visita a Kiev, l’allora ministro della Difesa nazionale Jason Kenney lo chiamò di un piccolo numero di mele marce .

Tuttavia, nel 2018, una delegazione di militari e diplomatici canadesi ha incontrato i membri del reggimento in Ucraina(Nuova finestra)nonostante gli avvertimenti emessi un anno prima dal CAF.

Una relazione del 2016 dell’Ufficio dell’Alto Commissario per i diritti umani Nazioni unite accusa anche il reggimento Azov di aver violato il diritto internazionale umanitario. È accusato in particolare di aver violentato e torturato i detenuti nella regione del Donbass e di aver sfollato i residenti dopo aver saccheggiato proprietà civili.

Il Battaglione Azov è stato integrato nel GNU nel 2014 a seguito dei primi accordi di Minsk. Sarebbe quindi depoliticizzato , secondo il ricercatore INALCO Adrien Nonjon. Non avrebbe quindi più alcun legame con il Corpo Nazionale, il partito del fondatore del reggimento Azov, Andriy Biletsky.

Sia i separatisti che l’Ucraina sono impegnati in un desiderio di de -escalation, osserva. Hanno integrato questi elementi sovversivi per poterli monitorare e controllare. È un corpo militare come un altro e direi anche che è un’unità d’élite all’interno della Guardia nazionale ucraina. Possiamo sempre dire che ci sono dei legami che esistono, ma sono piuttosto informali, basati sul cameratismo, perché sono stati tutti al fronte.

Tuttavia, per Oleksiy Kuzmenko, che è anche autore di un rapporto per la George Washington University sui contatti tra l’esercito occidentale e membri del gruppo di estrema destra ucraino Military Order Centuria, non c’è dubbio che il reggimento Azov mantiene ancora legami con il partito di estrema destra National Corps, nonostante un’apparenza politicamente corretta.

Tanto per cominciare, fino all’inizio della nuova aggressione russa, il centro di reclutamento del reggimento a Kiev condivideva una posizione con gli uffici del partito presso il centro ATEK di Azov. È anche importante notare che l’attuale capo del reggimento, Denis Prokopenko, e il suo vice, Svyatoslav Palamar, sono entrambi membri dal 2014 e prestano servizio sotto Biletsky. Il fondatore del reggimento Azov e altri leader del Corpo Nazionale, tra l’altro, continuarono a visitare il reggimento prima della guerra. Vorrei anche aggiungere che nel 2019 il reggimento si è schierato con il movimento civile quando ha interrotto la campagna di rielezione del presidente Petro Poroshenko. Alla fine, la fazione armata Azov ha ospitato l’ala giovanile del Corpo nazionale nell’agosto 2021 come parte dell’addestramento.

In recenti dichiarazioni pubblicate sulla piattaforma Telegram, un portavoce del reggimento denuncia il mancato coinvolgimento dell’Occidente nel conflitto tra Ucraina e Russia. Una delle unità più motivate del nostro Paese, il reggimento Azov, viene definita fascista e nazista […]. Ci è vietato procurarsi armi e allenarci con istruttori NATO, i nostri social network sono stati bloccati, ecc. I veri fascisti non sono i combattenti del reggimento Azov ma la dirigenza russa e l’esercito russo, che hanno avuto l’audacia di definire la guerra in Ucraina una «speciale operazione di denazificazione».

Resta il fatto che, secondo il ricercatore Dominique Arel, il reggimento Azov non è affatto depoliticizzato.
di Simone Coutù – Radio-Canada

► I più letti
► Torna alla Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.