Addio alla tregua sui carburanti: via ai rincari. Aumenti per benzina e gasolio

È durata poco la tregua sui listini dei prezzi dei carburanti alla pompa. Oggi si torna infatti a salire, sotto la spinta del balzo delle quotazioni internazionali dei prodotti raffinati e con il Brent in aumento a 105 dollari. Stando alla consueta rilevazione di Staffetta Quotidiana, questa mattina Eni ha aumentato di due centesimi al litro i prezzi consigliati del gasolio. Per IP registrato un rialzo di un cent/litro su benzina e gasolio.

Queste sono le medie dei prezzi praticati comunicati dai gestori all’Osservatorio prezzi del ministero dello Sviluppo economico ed elaborati dalla Staffetta, rilevati alle 8 di ieri mattina su circa 15mila impianti: benzina self service a 1,779 euro/litro (+5 millesimi, compagnie 1,784 pompe bianche 1,767), diesel a 1,784 euro/litro (+5, compagnie 1,787, pompe bianche 1,777). Benzina servito a 1,914 euro/litro (+9, compagnie 1,957 pompe bianche 1,829), diesel a 1,921 euro/litro (+8, compagnie 1,964, pompe bianche 1,838). Gpl servito a 0,853 euro/litro (invariato, compagnie 0,854, pompe bianche 0,852), metano servito a 2,185 euro/kg (-4, compagnie 2,274, pompe bianche 2,116), Gnl 2,812 euro/kg (-2, compagnie 2,798 euro/kg, pompe bianche 2,824 euro/kg). Questi sono i prezzi sulle autostrade: benzina self service 1,861 euro/litro (servito 2,083), gasolio self service 1,870 euro/litro (servito 2,098), Gpl 0,931 euro/litro, metano 2,732 euro/kg, Gnl 2,949 euro/kg.
Fonte: Il Tempo

► I più letti
► Torna alla Prima pagina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *