Mascherine al chiuso, Costa: «Obiettivo è toglierle dal 1 maggio»

Via le mascherine al chiuso dal 1 maggio. È questo, secondo il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, l’obiettivo del Governo. «La mascherina ha sicuramente dimostrato di essere uno strumento molto efficace nella difesa dal Covid. Ora, l’obiettivo del Governo è quello di arrivare al primo maggio e non prevedere più la mascherina anche nei locali al chiuso e credo ci siano condizioni per raggiungerlo. Ci potranno essere delle situazioni particolari che affronteremo e valuteremo, e dove magari sarà ancora consigliato o previsto l’utilizzo della mascherina al chiuso, però credo che anche questo sia un segno di ritorno alla normalità», ha detto a ‘Start’, su Sky TG24.

Costa – riporta AdnKronos – ha ricordato che «oggi siamo di fronte all’inizio di un nuovo percorso, alla fine dello stato d’emergenza che, ovviamente, non significa fine della lotta alla pandemia ma l’inizio di una gestione ordinaria. Se oggi possiamo guardare ad una nuova fase credo che il grazie dobbiamo dirlo soprattutto a tutti quegli italiani che si sono vaccinati». Ma è giusto «ricordare anche chi non ce l’ha fatta”, ovvero oltre 159.000 persone in due anni di pandemia, e «soprattutto i tanti cittadini che non ce l’hanno fatta perché hanno contratto il Covid quando il vaccino non era ancora disponibile. Credo che questo dovrebbe far riflettere chi ancora, irresponsabilmente, decide di non vaccinarsi».

2 pensieri riguardo “Mascherine al chiuso, Costa: «Obiettivo è toglierle dal 1 maggio»

  • 5 Aprile 2022 in 2:18
    Permalink

    l’aspettativa media di vit degli nitaliani sarebbe l’aspettativa media di vita degli italiani.
    E’ appena un piccolissimo errore di ortografia!

    Rispondi
  • 5 Aprile 2022 in 2:16
    Permalink

    Ci prendono per deficienti che si bevono tutte le loro balle, evidentemente.Il Costa continua con la balla dei 159 mila morti, che sono cinque volte quelli veri dato che tra i morti hanno incluso chiunque fosse positivo ad un test inaffidabile ma senza alcun sintomo!L’eta’ media dei morti da covid coincide con l’aspettativa media di vit degli nitaliani ed infatti la maggioranza aveva molte patologie concomitanti che sono state causa della loro morte.Costa poi cerca di farci credere che come sono arrivati i veleni genici, le morti sono terminate.Dice infatti che i morti sono dovuti alla mancanza ai suoi tempi del veleno genico sperimentale ad elevata tossicità!!
    Questo Costa non ha alcun rispetto per l’intelligenza degli italiani e non merita di rappresentarci in alcun modo, insieme a Speranza che ha cercato i morti con la sua tachipirina e vigile attesa.Siamo di fronte a criminali che vanno indagati per strage avendo sulla coscienza decine di migliaia di morti o invalidi in Italia dai veleni genici sperimentali che hano reso obbligatori

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.