Nadal ha il dolore che preoccupa, mentre Djokovic è tornato leader della classifica mondiale

La straordinaria striscia vincente di Nadal, partita all’inizio del 2022 e comprensiva del trionfo Slam numero 21 all’Australian Open, si è interrotta a quota 20. Rafa si è fermato in finale a Indian Wells contro Taylor Fritz, fiaccato dall’avversario e da un problema ai pettorali rimediato nella semifinale contro Carlos Alcaraz. Tre ore e 12 minuti di lotta che hanno costretto il 35enne Nadal a dare tutto per superare il virgulto 18enne allievo di Juan Carlos Ferrero. Già alla fine della semifinale, Nadal aveva chiesto l’intervento del fisioterapista per un dolore acuto alla parte sinistra dei pettorali, scrive Gazzetta.it

Il dolore al petto

Domenica, durante la finale contro Fritz, la situazione è peggiorata tanto da compromettere la sua prestazione e costringerlo, tra primo e secondo set a un intervento del medico. Rafa salterà Miami, come aveva annunciato precedentemente all’infortunio, e tornerà a casa per curarsi in vista della stagione sulla terra di cui è il re incontrastato. Le parole di Nadal dopo la partita di domenica sono state preoccupanti: “Avevo un forte dolore, anche durante la premiazione – ha spiegato -. Avevo difficoltà a respirare bene, bisogna capire se si tratta del costato o di altro, riporta Gazzetta.it. Quando respiro, quando mi muovo, sento un dolore acuto, come se avessi un ago piantato per tutto il tempo. Un dolore che mi limita molto proprio perché coinvolge la respirazione”.

Mentre da questa settimana Novak Djokovic è ufficialmente tornato ad essere il leader della classifica mondiale.

Meditate gente… meditate…

Un pensiero su “Nadal ha il dolore che preoccupa, mentre Djokovic è tornato leader della classifica mondiale

  • 22 Marzo 2022 in 13:33
    Permalink

    Troppo poco, comunque puo’ chiedere al suo amico filantropo e magari a Burla, quei due sono degli esperti in questo campo.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.