Jet militare precipita sul Monte Legnone nel lecchese

Un jet militare è precipitato questa mattina sul Monte Legnone, in Provincia di Lecco, al confine con le Province di Sondrio e Bergamo. I due piloti sono riusciti a lanciarsi dall’abitacolo prima dello schianto, riferiscono alcuni testimoni sul posto. Uno dei piloti sarebbe già stato individuato, con il paracadute, su un balcone naturale di roccia. La notizia è riportata da TicinoNews.ch.

Era in fase di collaudo
Testimoni nella zona di Colico (Lecco) hanno indicato di aver visto una palla di fuoco schiantarsi sulla parete della montagna, sul versante lecchese, quello che dà sul centro montano di Pagnona (Lecco). Il jet precipitato, secondo quanto appreso dall’agenzia di stampa italiana Ansa, non appartiene all’Aeronautica militare italiana, ma era in fase di collaudo post produzione. Il velivolo, un Alenia Aermacchi T-346A, era decollato dalla base di Venegono (Varese).

Boato sentito in tutta la zona
Il boato è stato percepito distintamente in tutta la zona. Una densa nube nera si è alzata dal monte Legnone ed è visibile a diversi chilometri di distanza. Sul posto sono intervenuti due elicotteri delle emergenze sanitarie, da Como e Milano. Il primo è atterrato a Dervio (Lecco), il secondo ha iniziato a perlustrare la zona. Sono stati mobilitati anche i vigili del fuoco di Lecco e di Sondrio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *