Covid, l’Austria sospende l’obbligo vaccinale

VIENNA – L’Austria ha sospeso la vaccinazione obbligatoria contro il coronavirus. Lo ha deciso oggi il governo austriaco, come annunciato dal Ministro della salute Johannes Rauch e dalla Ministra per gli affari europei e costituzionali Karoline Edtstadler. I due politici hanno spiegato che con Omicron come variante «predominante», la vaccinazione obbligatoria «non è più proporzionata», riportano i media austriaci.

La base della decisione è il rapporto di una commissione di esperti, che si riunirà di nuovo tra tre mesi, quando la situazione verrà nuovamente valutata e verrà presa una nuova decisione. La vaccinazione obbligatoria, lo ricordiamo, era entrata in vigore all’inizio di febbraio. Tuttavia, non è mai stata emessa alcuna multa, poiché le violazioni dell’obbligo avrebbero dovuto essere punite a partire da metà marzo.

Tio.ch

2 pensieri riguardo “Covid, l’Austria sospende l’obbligo vaccinale

  • 9 Marzo 2022 in 23:21
    Permalink

    PS; per gli usurai proprietari anche delle banche centrali(FED dal 1913,BCE dall’ inizio, Bankitalia dal 1992,Banca di Francia dal 1800 circa, D’Inghilterra dal 1699,etc,etc,) il covid è servito a far chiudere le piccole e media aziende autonome ad impoverirci e ad instaurare il totalitarismo del loro reset biologico e digitale.Ora il colpo finale sono le sanzioni dei loro pupazzi alla Russia con un impoverimento estremo come si vede dalla chiusura delle acciaierie, componenti automobilistici,etc,etc.Riusciranno cosi’ a prendersi i risparmi privati ed a instaurare il loro sistema in cambio di un pacco di pasta sulla carta verde.E’ ora che tutte le vere opposizioni,da Italexit ai comunisti alla destra sociale a alternativa c’è si uniscano se veramente hanno a cuore di voler salvare il paese e la civilta’ italiana.

    Rispondi
  • 9 Marzo 2022 in 13:57
    Permalink

    In Italia , paese sperimentale per il grande reset degli usurai che hanno in mano la creazione a costo zero della moneta oramai tutta privata, vogliono stabilire definitivamente il controllo biologico e digitale del gregge italiaco.Il green pass serve per la nostra schiavitu’ , mica solo per avvelenarci con prodotti ad elevata mortalità e tossicita’.

    da; comedonchisciotte.org

    Pisa: si trova nel green pass le tasse non pagate
    Marco Di Mauro 09 Marzo 2022

    “Un altro triste aggiornamento per chi crede che il green pass sia una misura sanitaria, e che sarà valuta estinta con la fine dello stato di emergenza. Una donna residente nella provincia di Pisa si è vista buttar fuori i figli dal pulmino della scuola perché non vaccinati. Per protesta – e anche perché obiettivamente le veniva impedito di usufruire del servizio per motivi chiaramente discriminatori su base sanitaria – ha smesso di pagare le rate dello scuolabus, che sono una sorta di tassa…”

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.