Comitato ebraico ucraino: «Ecco le prove che l’Ucraina è un covo di nazisti»

In un thread scaricato da Twitter si può constatare come in Ucraina ci sia un rigurgito nazista. A mettere in evidenza i contenuti è un post sul canale Telegram dell’europarlamentare Francesca Donato.

Nel thread vengono riportati fatti successi in Ucraina che rendono credibili le affermazioni di Putin sulla volontà di «denazificare» il regime di Kiev.

Di seguito i contenuti:

«Comitato ebraico ucraino, 29 dicembre 2021:
Porfiriy Silenko-Kravets“Il parlamento ucraino ha deciso di celebrare il 130° anniversario della nascita di Porfiriy Silenko-Kravets, la divisione associativa delle SS Galizia Hauptschturmfuhrer, insignita del Comitato della classe della Croce di Ferro nel 1944.”

Comitato ebraico ucraino: Le letture annuali di Bandera si svolgono a Kiev presso il Museo Maydan. Quest’anno è dedicato a «Le idee di Bandera e le sfide moderne». Le idee fondamentali dell’ultranazionalista ucraino erano la pulizia etnica dei polacchi e l’omicidio degli ebrei.
Museo Maydan

Presepe nel villaggio di Pryslip in Ucraina: «Fuori ebreo da casa nostra, vai in Palestina», gli dicono. L’ebreo risponde che molte persone hanno già cercato di cacciarlo senza successo perché ha molti soldi. L’ebreo mostra soldi e la gente ride.

L’artista ucraino Roman Bonchuk mostra il suo dipinto «L’ebreo col maiale» alla sua mostra a Ivano-Frankivsk.

Nel video si vede un uomo che distrugge il monumento dell’Olocausto a Lysychansk in Ucraina nel dicembre 2021. Il monumento è stato restaurato dal Comitato ebraico il 18 gennaio 2022. Si trova sulla fossa comune di 800 ebrei uccisi dai nazisti e da collaboratori locali.

Nel villaggio di Vitvytsya in Ucraina interpretano il presepe di Natale con ebrei brutti e avidi con l’uniforme dell’esercito sovietico, in contrasto con i bei cristiani ucraini.

L’enorme striscione di Stepan Bandera presso l’edificio dell’amministrazione regionale statale di Ternopil, strappato dal vento.
Stepan Bandera

Il comandante dell’esercito paramilitare ucraino ha definito l’ambasciatore israeliano in Ucraina Michael Brodsky “un agente del Cremlino”. Il Comitato ebraico ucraino ha chiesto la sua espulsione dopo la condanna della manifestazione in onore del Stepan Bandera a Kiev.

L’ingresso del centro commerciale a Khmelnit, decorato con il ritratto di Stepan Bandera e la scritta “Il nostro padre è Bandera”.

Bandera

Il Consiglio Regionale di Khmelnitsky ha proclamato il 2022 l’anno dell’UPA, la formazione paramilitare nazionalista ucraina che ha perpetrato omicidi di massa di circa centomila pacifici polacchi nell’Occidente nel 1943-44.

Il monumento per Dmytro Negrych, criminale di guerra ucraino capo della polizia ausiliaria autore dell’Olocausto, assassino di massa di oltre 20.000 ebrei di Kolomya. Nel 1944 disertò e prese parte al massacro dei polacchi. Fu ucciso nel 1945.

Il Parlamento ucraino adotta una risoluzione per celebrare il giubileo di Yuriy Polyanskiy, il Burgmeister coinvolto di Lviv coinvolto nell’Olocausto, pogrom, omicidi di leader polacchi. Nel 1944 fuggì in Germania. Qui con il governatore Hans Frank a Lviv.

«Il caffè di Bandera» prodotto a Leopoli in onore di Stepan Bandera, leader dell’OUN-UPA che ha partecipato all’Olocausto e perpetrato il massacro di Volyn e gli omicidi di massa di circa 100.000 di etnia polacca nel 1943 -44 nell’Ucraina occidentale.

 

 

 

Le autorità di guerra hanno celebrato il 100° anniversario del criminale di guerra contro Tru Roman Riznyak, assassino di massa di migliaia di ebrei durante l’Olocausto e polacchi, comandante della polizia ausiliaria ucraina prodotta nel 1941-44.

 

 

 

ll sindaco di Chernivtzy ha distribuito le bandiere dell’OUN-UPA ai direttori delle scuole chiedendo di appenderle. I nazionalisti ucraini dell’OUN hanno assassinato migliaia di ebrei nei pogrom nel luglio del 1941.

Il consiglio comunale di Kiev canta “Bandera è il nostro padre”, dopo avert intestato una strada a Oles Babiy. Bandera è il leader dell’OUN che ha ucciso migliaia di ebrei e polacchi. Quella con la camici blu che celebra gli “eroi” nazisti ucraini è Marina Porošenko, moglie Petro Porošenko, presidente ucraino fino al 2019

La risoluzione del Parlamento ucraino chiede al Presidente (Zelenskyj) di conferire il titolo di Eroe dell’Ucraina al 98enne ufficiale UPA Myroslav Symchych, criminale di guerra condannato due volte, assassino di 150 polacchi a Pysten e Troitse nel 1944.

 

 

 

Apertura del memoriale di Kuzma Brychko, i nazionalisti ucraini che hanno partecipato a omicidi di massa di ebrei durante l’Olocausto e alla distruzione della popolazione pacifica polacca nell’area di Rokitne durante il massacro di Volyn».

 

«È molto importante che due parole fondamentali – “smilitarizzazione” e “denazificazione” del regime di Kiev – fossero nel discorso del nostro presidente ai cittadini» scrive la Pravda.ru. «Noi, eredi dei vincitori della Grande Guerra Patriottica, della Seconda Guerra Mondiale, che abbiamo creato il sistema di sicurezza internazionale guidato dall’ONU, abbiamo purtroppo permesso al neonazismo di prosperare negli ultimi trent’anni. Con grande dolore, abbiamo scritto in tutti questi anni dell’orrore che sta succedendo in Ucraina per la riabilitazione del nazismo, la creazione di infrastrutture neonaziste associate alla distruzione fisica della popolazione di lingua russa – persone che si sentivano appartenenti alla nostra comune cultura, alla nostra comune Vittoria».

Dopo quello che si letto e visto nel thread scaricato da Twitter, come dare torto all’articolo della Pravda.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *