Sempre più apartheid per chi pensa diversamente: No Vax e adesso anche Russi. L’EU scimiotta il nazismo

«Abbiamo alla Scala La dama di picche diretta dal maestro Valery Gergiev che ha più volte dichiarato la sua vicinanza a Putin, con il sovrintendente del teatro gli stiamo chiedendo di prendere una posizione precisa contro questa invasione e se non lo facesse saremmo costretti a rinunciare alla collaborazione». Lo ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala. Lo rende noto HuffPost . Discriminare un cittadino per la vicinanza alla propria nazione è la cosa peggiore che un essere umano possa fare.

«Gli Asburgo non hanno mai perseguitato Giuseppe Verdi sebbene tutti sapessero come la pensava. L’arte è arte, la Musica è la Musica. Chi non lo capisce è un talebano». Ma il dittatore dev’essere a tutti i costi Putin.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *