«L’Italia è in guerra con la Russia». A Quarta Repubblica la paura per la reazione di Putin

Che conseguenze può avere la decisione del governo italiano di fornire armi e aiuti militari all’Ucraina di Volodymyr Zelensky? L’argomento è tema di dibattito nella puntata del 28 febbraio di Quarta Repubblica, programma serale di Rete4 che vede Nicola Porro alla conduzione, e il primo ad essere interrogato è Germano Dottori, della rivista geopolitica Limes: «Nel momento in cui forniamo armi non possiamo più definirci neutrali. La variabile tempo è centrale. Bisogna vedere a Kiev la popolazione civile quanto può resistere all’assalto». Lo scrive Il Tempo.

Incutono timore le parole di Marcello Foa, ex presidente Rai, che teme la reazione di Vladimir Putin e della Russia: «Sono ore cruciali perché se Putin si sente con le spalle al muro potrebbe reagire in modo irrazionale e violento. Putin ha giocato il tutto per tutto, sarà difficile se andrà male che lui possa tenere il potere».

Un pensiero su “«L’Italia è in guerra con la Russia». A Quarta Repubblica la paura per la reazione di Putin

  • 1 Marzo 2022 in 16:05
    Permalink

    E’ evidente che tutte queste sanzioni sono per rovesciare Putin, come detto da Downing Street anche se prontamente smentito.
    Gli usurai globalisti vogliono le risorse russe altrimenti il loro sistema di usura e depredazione finisce con una crisi finanziaria dell’ occidente.In particolare il dollaro perderebbe la sua centralità, come stà avvenendo con Cina e Russia che lo stanno abbandonando.E un dollaro debole lascierebbe gli usurai impoveriti, oltrechè sotto attacco dal popolo USA che non potrebbe comperare beni come prima.
    Altro obiettivo e’ separare Russia e Germania, la cui unione gli USA hanno sempre temuto

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.