Crisi Ucraina scalza la pandemia dai media. Ma il Draghistan non molla: «Mascherina ed elmetto, l’italiano perfetto»

La pandemia è scomparsa dal mainstream per lasciare spazio alla crisi in Ucraina. Lo dicevano i “complottisti”: «spegnete la tv e la pandemia sparisce». Di questo passo potrebbe capitare che le mascherine possano essere soppiantate da elmetti e giubbotti anti proiettile. O peggio, magari vedremo persone, sole alla guida in auto, con mascherina ed elmetto, per il nuovo slogan, varato da virostar anche in veste di esperti bellici: «mascherina ed elmetto, l’italiano perfetto».

A parte un po’ d’ironia, che di questi tempi non guasta mai, le prime dosi del vaccino Novavax arrivate sabato in Italia hanno raggiunto le regioni e già oggi sono previste le prime somministrazioni in Lombardia. Da domani al via anche in Lazio e Liguria. Tuttavia pare che non ci sia più la voglia di offrire il braccio alla patria. Sono praticamente ferme in Umbria le nuove vaccinazioni contro il Covid, nonostante la disponibilità di dosi, i punti vaccinali aperti sul territorio e l’appello dei vertici della Sanità regionale a immunizzarsi.

Gli italiani che non hanno ancora portato l’oro al Monte dei Pegni, grazie a restrizioni e lockdown, con gli attuali venti di guerra, potrebbero, in un futuro prossimo, donarlo alla patria: come sempre, la Storia, inesorabilmente, si ripete.

Un pensiero su “Crisi Ucraina scalza la pandemia dai media. Ma il Draghistan non molla: «Mascherina ed elmetto, l’italiano perfetto»

  • 10 Marzo 2022 in 13:24
    Permalink

    Piuttosto che darlo alla patria il vostro oro buttatelo nel fiume. Caro censore del futuro, ti saluto ed omaggio…prova a prendermi 😉

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.