Napoli, rapina con mascherina, il legale: «Volevano tutelare la salute delle vittime»

Un uomo, accusato di rapina a mano armata in concorso, ha indossato la mascherina «per nascondere il viso, certo, ma anche per proteggere le vittime dal Covid». Così l’avvocato difensore ha “giustificato” la condotta del suo assistito davanti al giudice e al sostituto procuratore generale presso la Corte di Appello di Napoli, si legge su Tgcom24.

Il processo vede imputati due malviventi già condannati in primo grado a sei anni e sei mesi di reclusione per un colpo messo a segno in un bar. Accusato di rapina a mano armata in concorso, il 34enne era incensurato. Grazie a questo, e non alla battuta di spirito, l’avvocato è riuscito a ottenere una condanna più mite: due anni con pena sospesa. All’altro imputato, invece, i giudici hanno confermato la condanna inflitta dai colleghi di primo grado.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *