Vaccino Covid: «Regalo alle case farmaceutiche», estesa la durata dei brevetti

Il ministero dello Sviluppo economico, guidato dal leghista Giorgetti, ha prolungato la durata di vari brevetti in scadenza legati alla produzione dei vaccini anti-Covid di Pfizer, Astrazeneca e Moderna. A darne notizia è il segretario nazionale di Sinistra Italiana, Nicola Fratoianni, che ha parlato di «una decisione totalmente arbitraria, e priva di motivazione economica», aggiungendo che «rappresenta un grande danno per la ricerca e un enorme regalo alle multinazionali farmaceutiche» si legge su Affari Italiani.

«Davvero senza parole», scrive Fratoianni sul suo profilo Facebook. L’esponente dell’opposizione di sinistra continua: «Mentre oltre 100 Paesi, migliaia di associazioni, la società civile, decine di premi Nobel e persino il Papa ne chiedono la sospensione, il governo Draghi decide di ingrassare ancora più le tasche di queste poche multinazionali. Per dare un’idea, solo Pfizer nel 2021 ha realizzato oltre 81 miliardi di ricavi, più del doppio che nel 2020».

«Al danno poi si aggiunge anche la beffa. Infatti, se ad esempio all’estero venisse sviluppato da altri un vaccino oppure un farmaco che utilizza queste tecnologie, non potrebbe essere utilizzato nel nostro Paese per anni, fino alla fine della proroga». Riporta Affari Italiani. »E così, ancora una volta, – conclude Fratoianni – i migliori dimostrano tutta la propria ipocrisia e il loro asservimento alle spietate leggi del mercato».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.