Rende (CS): morto Francesco Chiarello, il docente che si era dato fuoco

È morto Francesco Chiarello, il docente di 33 anni che il 31 gennaio scorso a Rende (Cosenza) si era dato fuoco davanti la caserma della Compagnia dei carabinieri.

Chiarello era ricoverato nel Centro grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli. Il docente era stato sottoposto ad alcuni interventi chirurgici a causa delle lesioni riportate, ma le sue condizioni erano rimaste sempre gravi.

Non si è dato fuoco per protestare contro il Green pass – Non è mai stato chiarito il motivo che ha spinto Francesco Chiarello a darsi fuoco. Inizialmente si era diffusa la voce che fosse un atto contro il Green pass ma è stata la sua famiglia a smentirlo.

Francesco Chiarello aveva fatto due dosi di vaccino

«Il gesto – hanno fatto sapere tramite una nota ufficiale – non è in alcun modo riconducibile ad una protesta per il mancato Green pass, visto che al nostro parente erano già state inoculate le prime due dosi di vaccino e si era in attesa della terza. Chiediamo, dunque, silenzio e rispetto del dolore e della privacy, purtroppo già ampiamente violata, anche per consentire al personale sanitario di agire nel migliore dei modi e senza alcuna pressione mediatica». La notizia è riportata da Imola Oggi tramite Tgcom24.

Un pensiero su “Rende (CS): morto Francesco Chiarello, il docente che si era dato fuoco

  • 16 Febbraio 2022 in 18:57
    Permalink

    Si, per mettere a tacere il disagio esistenziale che soggiace …pace per lui 🙏💗

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.