Proteste dal Circo Massimo: «L’obbligo vaccinale over 50 è da regime fascista»

Ieri i manifestanti si sono dati appuntamento al Circo Massimo. In centinaia i presenti. L’incontro è stato organizzato dal Sindacato Fisi (Federazione Italiana Sindacale Intercategoriale) per protestare contro l’introduzione dell’obbligo vaccinale per gli over 50, entrato in vigore ieri martedì 15 febbraio, per molti italiani «Il giorno della vergogna».

Le parole dei presenti

«Non ho mai partecipato ad alcuna manifestazione, sciopero o protesta, ma stavolta ho pensato fosse giusto – racconta una presente all’agenzia Adnkronos – Sono una insegnante di scuola media e superiore, ma anche mamma di due bambini. Mi sono sempre vaccinata, anche per andare in Africa, ma questo non mi ha mai convinto, non sono sicura, vorrei poter scegliere. Eppure mi sono già ritrovata a rifiutare 27 chiamate, perché obbligata a vaccinarmi, e se non muoio di Covid rischio di morire di fame, senza stipendio».

E ancora: «Da 20 anni sono un Elicotterista dei vigili del fuoco del reparto di volo di Ciampino – riferisce Franco – Credo fermamente che questo siero sperimentale, che non è un vaccino, abbia potenziali rischi per un pilota e ne faccio un discorso di sicurezza. Risulto assente ingiustificato ma non mi vaccinerò, nessun ripensamento», riporta Il Giornale d’Italia.

Immagine LaPresse

2 pensieri riguardo “Proteste dal Circo Massimo: «L’obbligo vaccinale over 50 è da regime fascista»

  • 16 Febbraio 2022 in 14:56
    Permalink

    dal sito mauriozioblondet.it

    Buone notizia sulla Covid-dittatura-16 Febbraio 2022

    Pfizer ritira la richiesta di distribuire il vaccino in India perché non vuole sottostare ad uno studio in loco di sicurezza e immunogenicità- A cura di Sabino Paciolla

    “…….Il regolatore dei farmaci (dell’ India) ha detto sul suo sito web che i suoi esperti non hanno raccomandato il vaccino a causa degli effetti collaterali riportati all’estero, che sono ancora in fase di studio. Ha anche detto che Pfizer non ha proposto alcun piano per generare dati di sicurezza e immunogenicità in India.”…….

    Rispondi
    • 16 Febbraio 2022 in 15:01
      Permalink

      PS; come sapete, la Pfizer ha molto da nascondere; aveva chiesto 70 anni per fornire i dati inseriti nella domanda per l’autorizzazione alla FDA ma fortunatamente un Giudice del Texas ha stabilito che devono fornire i dati nell’ arco di 7 mesi circa!!!!

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *