Reazioni avverse dopo Pfizer: il dramma di un 52enne modenese

Il 52enne Carlo Colombo, Grafic Designer modenese, denuncia con un post Facebook le gravi reazioni avverse accusate dopo la somministrazione del farmaco genico anti Covid della Pfizer.

«Questa la mia personale esperienza

Diagnosi dopo prima dose Pfizer : grande dolore al petto e fitte persistenti simili alla sensazione di infarto. Il problema persiste da quattro settimane. Riscontrate : Aritmia cardiaca, insufficienza epatica, insufficienza renale e principio di parestesie.

Nonostante il quadretto avanti con la seconda dose.
Diagnosi dopo la seconda: a seguito degli effetti collaterali avuti dopo la prima dose si rileva complicanza della medesima con grandi dolori al petto e persistenza di aritmie importanti con 140 battiti a riposo, insiste l’insufficienza epatica e quella renale con la comparsa di grandi tumefazioni ed ingrossamento dei linfonodi del collo fino alla dimensione di una noce. Dopo parecchi esami effettuati si attesta che non esiste alcun dato che possa dar esito a patologie pregresse di carattere cardiocircolatorio o del sistema linfatico e che pertanto le cause sono direttamente correlate come reazioni avverse al vaccino Pfizer. La situazione è da tenere monitorata con ulteriori accertamenti per verificare eventuale presenza di danni permanenti.

Data seconda dose 02/02/2022 , oggi 07/02 positivo al covid.

Applausi ai nostri politici che hanno sostituito i medici.

Grazie e un grande canchero a chi dico io.

Un vero grande grazie REALE per l’ottima professionalità riscontrata nei medici del pronto soccorso di Baggiovara ! BRAVI BRAVI BRAVI»

 

2 pensieri riguardo “Reazioni avverse dopo Pfizer: il dramma di un 52enne modenese

  • 9 Febbraio 2022 in 16:12
    Permalink

    da scenarieconomici.it ;9 Febbraio 2022- Guido da Landriano

    Pfizer: la società mette in guardia dai danni portati dalla diffusione dei dati clinici FDA

    “Due settimane fa, la FDA ha implorato un giudice del Texas di ritardare la produzione del primo lotto mensile di 55.000 pagine di dati sul vaccino Covid-19 presentato all’agenzia da Pfizer. Inizialmente, l’agenzia doveva produrre solo 500 pagine al mese.

    Ora, Pfizer, che prevede appena 54 miliardi di dollari di vendite legate al Covid nel 2022, sembra anticipare alcune cattive notizie, come evidenziato da diversi cambiamenti nella linea rossa nei loro comunicati sugli utili del quarto trimestre.”……………………………

    Rispondi
  • 9 Febbraio 2022 in 11:23
    Permalink

    Saranno bravi quelli del pronto soccorso di Baggiovara ma chi gli ha somministrato e consigliato la sostanza è come minimo complice involontario e disinformato di criminali

    Rispondi

Rispondi a Cesare Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *