Covid, Zaia cambia strategia: «Da lunedì tamponi di fine quarantena gratis»

«Da un po’ di giorni i numeri Covid stanno calando. Con certezza possiamo dire di aver ‘sfangato’ eventuali leggerezze delle festività natalizie. Sulle terapie intensive è dimezzato il numero di ingressi». A sostenerlo è il presidente della Regione Veneto Luca Zaia che, durante il consueto punto stampa, annuncia anche un’altra importante novità: »Venerdì sera è arrivata la lettera dal Ministero che auspicavamo. Da lunedì 23 gennaio 2022 i contatti scolastici, per i tamponi di fine quarantena, potranno essere fatti gratuitamente in farmacia».  Così scrive Il Giornale d’Italia.

Covid, Zaia: «Abbiamo chiesto a Roma di cambiare strategia»

«Spero venga eliminata così l’angoscia delle code, che non c’è solo in Veneto ma in tutte le Regioni», sottolinea il governatore Zaia a proposito dei tamponi gratis in farmacia per chi finisce il periodo di quarantena e deve ritornare a scuola. Poi continua: «Sappiamo con chiarezza che la stragrande maggioranza dei contagiati è asintomatica, o al massimo ha un raffreddore e poche linee di febbre. Ma – precisa – l’attuale modello è stato creato per una situazione completamente diversa: abbiamo fatto quindi richieste a Roma, che riteniamo valide».

Se un alunno risulta positivo al Coronavirus «questo sta a casa, ma non si può chiudere l’intera classe, con un calendario continuo di tamponi e nuovi casi che rimbalzano continuamente», prosegue il governatore veneto. «La modifica della definizione di ‘caso’ è fondamentale. Se si decide che dobbiamo occuparci del ‘sintomatico’, cambia la strategia. Dobbiamo concentrarci sui sintomatici», ripete Zaia.

In Veneto da lunedì 23 gennaio 2022 sarà attiva inoltre la «Piattaforma regionale Covid-19» in cui i cittadini veneti potranno ottenere i certificati di inizio e fine isolamento ed il certificato di negativizzazione (con Spid) in modo pratico e veloce. Lo scopo infatti è quello di ridurre i tempi di ottenimento del Green pass. Da questa stessa piattaforma sarà possibile anche prenotare il vaccino anti-Covid, conclude il Giornale d’Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.