Ravenna positivi tracciati a distanza: sistema di geolocalizzazione con WhatsApp

«Tracciamento e controllo dei positivi attraverso un sistema di geolocalizzazione. È il sistema con cui la Polizia locale di Ravenna sta facendo fronte all’emergenza legata dall’incremento dei contagi da Omicron di questi giorni: per accertare il rispetto delle quarantene vengono effettuati controlli telefonici chiedendo alle persone l’invio della propria posizione Gps in tempo reale a un numero cellulare di servizio che viene fornito durante la telefonata», scrive Tgcom24.

Sarebbe interessante sapere se un sistema simile possa in futuro essere utilizzato anche per la criminalità, ma c’è da dubitarne: durante il lockdown abbiamo visto i droni in azione, poi spariti dalla circolazione, mentre per lo spaccio c’è il solito Brumotti.

«A spiegare come funziona il sistema a Mattino Cinque News è il comandante Andrea Giacomini: «Svolgiamo controlli su elenchi che si sono ingranditi a vista d’occhio negli ultimi tempi – ha spiegato – di solito svolgiamo la visita a domicilio come per una qualsiasi visita fiscale. Tuttavia, la tecnologia oggi ci permette di verificare la posizione delle persone in quarantena: basta inviarci la propria posizione su WhatsApp a un numero di telefono che forniamo al momento della nostra chiamata. Chi invece è poco pratico o non vuole fornire la propria posizione, verrà sottoposto al controllo tradizionale con una pattuglia che si presenterà direttamente al domicilio» conclude il giornale online di Mediaset.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.