Caso Djokovic, svelato il motivo dell’esenzione: ha avuto il Covid a dicembre 2021, per la seconda volta. Basta fango

C’è stato riserbo sul motivo dell’esenzione vaccinale di Novak Djokovic ma ora, in barba alla privacy, gli avvocati hanno svelato il mistero: ha avuto il Covid il mese scorso

È Game-Set-Match? Forse. Ma quel che è certo è che dopo quest’ultima notizia l’accanimento mediatico nei confronti di Novak Djokovic è sempre più evidente. Il tennista serbo che nel 2020, in pieno lockdown, aveva donato un milione di euro all’ASST (Azienda Socio Sanitaria Territoriale) di Bergamo, ha tutto il diritto di entrare in Australia e giocare gli Open. A dirlo, però, non sono solo i suoi sostenitori o presunti no-vax, come si cerca di far credere, ma sono i fatti.

Se fino a questo momento, infatti, c’è stato riserbo sul motivo dell’esenzione vaccinale rilasciata al numero uno di tennis del mondo da parte di due diversi medici, ora i legali di Djokovic hanno svelato le loro carte, con buona pace della privacy alla quale chiunque, anche un campione, avrebbe diritto. Novak Djokovic è stato esentato dalla vaccinazione contro il Covid-19 perché ha contratto il virus a dicembre, secondo quanto affermato dai suoi avvocati in un documento depositato in tribunale a Melbourne. «La data del primo test positivo per la PCR Covid è stata registrata il 16 dicembre 2021», si legge in un documento depositato presso il tribunale federale, che cerca di ribaltare l’annullamento del suo visto per entrare in Australia.

Giova ricordare che è la seconda volta che Novak Djokovic risulta positivo: la prima volta era accaduto nel giugno 2020.

In tutto ciò, Novak ha chiesto ora di poter lasciare il Park Hotel di Melbourne, dove è agli arresti da mercoledì, per potersi allenare in vista dell’Australian Open. La richiesta è stata depositata dai legali al tribunale che lunedì prossimo deciderà se revocare l’annullamento del visto del campione serbo.

Giunto mercoledì scorso in Australia per disputare l’Australian Open, Djokov è stato arrestato e posto in isolamento nell’albergo perché privo del certificato vaccinale. Nella stessa struttura si trova, per motivi analoghi, la tennista ceca Renata Voracova.

di Monia Sangermano – Meteoweb.eu

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *