Covid, contagi tra medici e infermieri: +210% in un mese, tutti vaccinati

Non cessa l’allarme per gli operatori sanitari, è boom di contagi: s’impenna ulteriormente la curva tra medici e infermieri positivi al Covid. In 30 giorni, secondo i dati dell’Istituto Superiore di Sanità, l’aumento si attesta del 210%, si legge su Affari Italiani.

Questi dati dovrebbero far riflettere visto che si tratta di persone «vaccinate» perché obbligate all’inoculazione del farmaco genico sperimentale. Quindi, a quanto pare, la causa principale delle infezioni non può essere certo imputata ai no vax (secondo Governo e generale Paolo Francesco Figliuolo ormai un’esigua parte di popolazione) ma a chi dovrebbe essere immunizzato dal siero «salvifico».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.