Covid-19, FDA autorizza la pillola dopo accordo da 5 miliardi di dollari con l’amministrazione Biden

La Food and Drug Administration (FDA) il 22 dicembre ha concesso l’autorizzazione all’uso di emergenza della pillola per il trattamento del COVID-19 di Pfizer, circa un mese dopo che il governo federale ha annunciato che avrebbe acquistato 10 milioni di cicli del farmaco.

La pillola, Paxlovid, viene assunta due volte al giorno per cinque giorni in combinazione con un secondo medicinale chiamato ritonavir, classificato come farmaco antivirale generico. Il farmaco ha lo scopo di aiutare i pazienti che soffrono di sintomi COVID-19  da non dover essere ricoverati in ospedale, hanno affermato funzionari e Pfizer.

“L’autorizzazione odierna introduce il primo trattamento per COVID-19 sotto forma di pillola da assumere per via orale, un importante passo avanti nella lotta contro questa pandemia globale”, ha affermato  in una dichiarazione  la dott.ssa Patrizia Cavazzoni, direttrice del Centro per la valutazione dei farmaci della FDA e Research.

Il farmaco, disponibile solo su prescrizione medica, può essere assunto il prima possibile a seguito di una diagnosi positiva di COVID-19.

“Questa autorizzazione fornisce un nuovo strumento per combattere il COVID-19 in un momento cruciale della pandemia man mano che emergono nuove varianti e promette di rendere il trattamento antivirale più accessibile ai pazienti ad alto rischio di progressione verso il COVID-19 grave”, ha affermato Cavazzoni.

Ma la pillola non è progettata per essere utilizzata per la “prevenzione pre-esposizione o post-esposizione”per le persone che sono state ricoverate in ospedale a causa di COVID-19 grave o critico, ha affermato la FDA nella dichiarazione.

L’agenzia ha anche sottolineato che il farmaco non può sostituire la vaccinazione e ha nuovamente raccomandato i comuni vaccini COVID-19 o i richiami.

L’amministrazione Biden ha già acquistato circa 10 milioni di Paxlovid in un accordo di oltre 5 miliardi di dollari. A novembre, la Casa Bianca ha annunciato che il governo federale si adopererà per garantire che i trattamenti siano gratuiti e accessibili al pubblico in generale.

La consegna inizierà entro l’inizio del 2022 e continuerà per il resto dell’anno, secondo il Dipartimento della salute e dei servizi umani. Nel frattempo, il CEO di Pfizer Albert Bourla ha detto alle agenzie di stampa all’inizio di questo mese che la sua azienda ha già spedito il farmaco negli Stati Uniti, affermando che sarebbe stato pronto quando la FDA avrebbe concesso un’autorizzazione all’uso di emergenza.

“Questa terapia rivoluzionaria, che ha dimostrato di ridurre significativamente i ricoveri e i decessi e può essere presa a casa, cambierà il modo in cui trattiamo il COVID-19”, ha affermato Bourla in una nota.

La decisione della FDA arriva circa una settimana dopo che  Pfizer ha riferito che il suo nuovo farmaco orale è in grado di ridurre il rischio di morte o di ospedalizzazione per il virus del PCC fino all’89% se assunto poco dopo la comparsa dei sintomi.

Prima della decisione della FDA, l’unico trattamento antivirale COVID-19 a  cui era stata concessa l’autorizzazione di emergenza dalla FDA era il remdesivir, un farmaco venduto con il marchio Veklury.

Negli ultimi mesi, alcuni pazienti gravemente malati di COVID-19 e i loro familiari hanno affermato che il farmaco antiparassitario ivermectina prodotto a basso costo ha prodotto risultati positivi. Un paziente anziano in Illinois si è ripreso a seguito di un ordine del tribunale che gli ha permesso di usare il farmaco che la FDA non ha autorizzato per l’uso per COVID-19, ha detto l’avvocato dell’uomo il 1 dicembre.

La FDA, nel frattempo, sta pesando una pillola COVID-19 di Merck e Ridgeback Biotherapeutics che, come la pillola di Pfizer, dovrebbe essere presa due volte al giorno per cinque giorni.

The Epoch Times

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.